A Cosenza Santelli vice sindaco "arruola" Sgarbi e Padre Fedele

28 giugno 2016 ore 17:14, Lucia Bigozzi
La parlamentare Jole Santelli, ex sottosegretario del governo Berlusconi, farà parte della squadra di governo del sindaco di Cosenza. Il neo-eletto primo cittadino Mario Occhiuto l'ha chiamata nel ruolo di vicesindaco con delega ai fondi Ue e ai rapporti con i ministeri. La nuova squadra di governo è stata presentata oggi pomeriggio a Palazzo dei Bruzi. "Serviva anche una presenza politica, Jole ci è stata molto vicino in questo periodo e la sua è una presenza importante perché ha ricoperto diversi incarichi di governo, la sua esperienza e le sue conoscenze saranno utili", ha spiegato Occhiuto. 

A Cosenza Santelli vice sindaco 'arruola' Sgarbi e Padre Fedele
Ma non è l'unica novità. Con la Santelli, nel team di Occhiuto ci saranno anche il critico d'arte Vittorio Sgarbi al quale è stata assegnata la delega al centro storico, e Francesco Bisceglia
noto come padre Fedele che si occuperà del contrasto alla povertà. Proprio la presenza del religioso ha destato curiosità e attenzione da parte dei media. Intanto come sempre accade, la presenza di padre Fedele nella giunta Occhiuto, ha già scatenato dibattito sulla Rete e sui social network.  In giunta, Occhiuto ha chiamato anche Matilde Spadafora, madre della giovane Roberta Lanzino violentata e uccisa alla fine degli anni Ottanta. Sono questi i nomi di punta dell'esecutivo che dovrà occuparsi del rilancio della città calabrese. Completano la squadra di governo locale Francesco Caruso, ingegnere all'Anas al quale è stata affidata la delega ai lavori pubblici, Loredana Pastore con delega alle attività produttive. Confermati gli assessori Luciano Vigna (al bilancio), Rosaria Succurro (al marketing territoriale) e Carmine Vizza (agli spazi pubblici). Spiegando alla stampa i criteri della composizione della giunta, il sindaco ha sottolineato: "Ho osservato i segnali della cittadinanza, molti animati da buoni sentimenti ci hanno dato suggerimenti. C'è una grande esigenza di parlare con le persone e promuovere politiche rivolte a coloro  che soffrono, i cittadini colpiti dalla crisi, i giovani, i lavoratori che hanno perso il lavoro, al mondo della disabilità e agli svantaggiati". 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...