Un cuore a forma di spinaci: dalle foglie il tessuto ripara-infarto

28 marzo 2017 ore 15:45, Americo Mascarucci
Salvare il cuore con gli spinaci. Stavolta non sono al centro del dibattito gli effetti salutari della verdura e le sue proprietà benefiche, bensì un nuovo metodo che è stato studiato per risolvere i problemi cardiaci e che porterebbe alla trasformazione delle foglie di spinaci in tessuto cardiaco. In questo modo si potrebbero ipotizzare soluzioni capaci di fornire nuovi contributi alla medicina rigenerativa per far fronte alle carenze cardiache. 

LA SCOPERTA
Un team di ricerca multidisciplinare coordinato dal Worcester Polytechnic Institute (Massachusetts) è riuscito a trasformare le foglie dello spinacio (Spinacia oleracea) in impalcature per il tessuto cardiaco capaci di far fluire il sangue, attraverso le vene.
Ma in che modo questo è avvenuto? Gli scienziati hanno modificato la foglia di spinacio rimuovendone le cellule vegetali, e lasciando soltanto l'impalcatura di cellulosa. In questo modo hanno ottenuto una struttura semitrasparente che può essere riempita con cellule umane. Ecco così che si è ottenuto un tessuto cardiaco artifiociale.
Negli Stati Uniti ci sono 100.000 persone in lista di attesa per un trapianto di organo e di questi quasi ogni giorno ne muoiono venti al giorni.
Per ovviare al problema, gli scienziati hanno cercato di creare organi artificiali attraverso delle procedure innovative, tra cui la stampante 3d di tessuti, ossia il processo di creazione di modelli cellulari in uno spazio ristretto, utilizzando le tecnologie della stampa 3d. Finora nessuno è stato però in grado di stampare un cuore perfetto. 
"Si tratta - precisa la nota dell’istituto - solo di una prova di concetto, ma dimostra come sia possibile immaginare tessuti cardiaci fatti da foglie di spinaci, una sopra l’altra a ricreare strati di muscoli cardiaci da impiegare magari in medicina rigenerativa".
Un cuore a forma di spinaci: dalle foglie il tessuto ripara-infarto

GLI OBIETTIVI
Gli scienziati hanno testato la tecnica anche su altri tipi di piante. 
"L’idea - spiegano - è quella di usare piante diverse, con strutture vascolari diverse, per differenti organi, ottimizzando l’adattamento pianta-tessuto da sostituire. Adattare le piante che gli agricoltori hanno coltivato per migliaia di anni di anni all’ingegneria tissutale potrebbe risolvere una serie di problemi del campo”, ha commento Glenn Gaudette del Wpi, tra gli autori del paper. Le piante, infatti, sono facili da coltivare, possono essere cresciute in condizioni controllare e sono abbastanza economiche. 
L’idea di usare l’impalcatura venosa delle foglie era già stata testata da altri istituti. 
Per la prima volta però gli scienziati del Massachusetts’s WPI hanno usato cellule del tessuto cardiaco, riuscendo a mantenerle attive per diverse settimane fino ad ipotizzare anche la possibilità di riparare i tessuti morti per infarto.

#spinaci #cuore #tessutocardiaco



caricamento in corso...
caricamento in corso...