Dal pugno all'assist: Ljajic ancora fatale a Delio Rossi? Pronto Donadoni

28 ottobre 2015, Andrea De Angelis
Dal pugno all'assist: Ljajic ancora fatale a Delio Rossi? Pronto Donadoni
Dal rosso a Felipe Melo, che ha monopolizzato l'attenzione mediatica nel dopo gara, al possibile esonero di Rossi. Si tinge di un solo colore, dunque, la decima giornata per Bologna e Inter, anche perché i rossoblu dopo un quarto di campionato sono davanti a un bivio: proseguire o meno con l'allenatore di Rimini?

Ci sono corsi e ricorsi storici nel calcio, così ecco che Ljajic può risultare ancora decisivo nella storia del tecnico. Ricorderete infatti il suo esonero quando sedeva sulla panchina viola per l'aggressione al giocatore, avvenuta sotto i riflettori e che fece in poche ore il giro del mondo. Allora più d'uno lo difese, mentre oggi i numeri del Bologna lasciano poco spazio ai tanti sostenitori di un tecnico che predilige il buon calcio, ricco di gol e azioni offensive. 
Proprio questo è il nodo: il Bologna non solo segna poco, ma neanche costruisce occasioni da rete. Basti pensare che quello che doveva essere il suo bomber, all'anagrafe Mattia Destro, è ancora a secco. Dieci gare, zero gol e il numero dieci sulla maglia. 

Dal pugno all'assist: Ljajic ancora fatale a Delio Rossi? Pronto Donadoni
L'esonero, insomma, è a un passo. Anche perché in pole position per sostituire Rossi ci sono due nomi di peso. Su tutti quello di Roberto Donandoni che, dopo l'epica stagione trascorsa a Parma, ha voglia di tornare protagonista nella massima serie. La piazza di Bologna è l'ideale, visto il calore della tifoseria e la voglia della squadra di non retrocedere nuovamente nella serie cadetta. 
Poi, dietro l'ex centrocampista del Milan, ecco Francesco Guidolin, accostato anche alla Nazionale dopo l'addio all'Udinese dove ha scritto letteralmente la storia del club friulano. 

L'addio di Rossi era stato ventilato anche prima della trasferta di Carpi, dove le reti di Gastaldello e Masina (due difensori) riaccesero proprio all'ultimo minuto il campionato dei rossoblu. Ora, dopo il ko interno con l'Inter (dove, a onor del vero, il Bologna ha giocato una delle migliori gare stagionali) maturato proprio per l'assist di Ljajic a Icardi, le opzioni sono due. O subito Donadoni, oppure l'ultima possibilità nella sfida di domenica contro l'Atalanta. 


caricamento in corso...
caricamento in corso...