Erdogan come Gollum? Una tesi assurda per salvare il medico turco

03 dicembre 2015 ore 23:59, Americo Mascarucci
Erdogan come Gollum? Una tesi assurda per salvare il medico turco
Si può finire in tribunale per un paragone? 
O meglio, è possibile affidare ai giudici la decisione in merito alla somiglianza di una persona ad un personaggio della letteratura, del cinema, o della fantasia? 

Sì, si può se la persona in questione è il presidente della Turchia Recep Erdogan il quale in queste ore, oltre a dover gestire la crisi diplomatica con la Russia e le accuse lanciate da Mosca di sostenere finanziariamente l’Isis, è alle prese con un grande dilemma: assomiglia o no a Gollum il personaggio dei romanzi di J.R.R. Tolkien e poi dei film di Peter Jackson? 
I giudici sono infatti chiamati a pronunciarsi nei confronti del medico turco Bilgin Ciftci, colpevole di aver postato su Facebook immagini in cui affiancava Erdogan a Gollum evidenziando atteggiamenti e pose che rendevano i due estremamente simili, quasi uguali. Peccato però che Gollum non sia un personaggio positivo nei racconti di Tolkien ed anzi appaia piuttosto sinistro oltre che caratterizzato da una spiccata ambiguità . 
Uno scherzo che è costato assai caro al medico visto che in Turchia il senso dell’umorismo pare si sia perso per strada da parecchio tempo. 
L’ospedale in cui lavorava lo ha licenziato e adesso è pure finito sotto processo con l’accusa di aver offeso una carica pubblica. Reato che potrebbe comportare fino a due anni di carcere. Il medico non è il primo ad essere incriminato con l’accusa di aver offeso il presidente Erdogan; negli ultimi anni infatti il controllo del Governo sulla libertà di opinione e di espressione si è fatto sempre più opprimente fino a censurare la satira e a ridurre al minimo l’attività dei social network oscurati addirittura nei momenti più caldi per bloccare la contestazione anti-Erdogan ed impedire che i social potessero diventare strumenti di diffusione del dissenso politico. 
La tesi difensiva più logica sarebbe quella dell’invocazione della libertà di espressione e di critica anche attraverso il ricorso alla satira, ma a quanto pare difficilmente potrà essere accolta dai giudici. Al difensore dell’imputato non resta quindi che fare leva sull’ambiguità di Gollum personaggio contraddistinto da una doppia personalità, a volte positiva, a volte negativa, a seconda del prevalere del lato buono o di quello cattivo. Il legale dunque sembra stia impostando la difesa proprio sull’affermazione di un ipotetico collegamento fra Erdogan e la parte sana di Gollum, per tentare di dimostrare come il paragone sia riferito agli aspetti positivi della personalità di Gollum e non su quelle negative. 
Tesi però difficilmente accettabile e davvero poco credibile, l’unica però che l’avvocato è in grado di poter sostenere per tentare, se non proprio di far assolvere il medico, quanto meno di fargli comminare una riduzione di pena.
Incredibile ma vero! Questa è la Turchia ai tempi di Erdogan, un leader che tuttavia continua a riscuotere il consenso della maggioranza della popolazione come dimostra anche la vittoria conseguita dal suo partito alle recenti elezioni politiche. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...