Scomparso da sette anni, ritrovato mummificato sullo yacht alla deriva

03 marzo 2016 ore 10:48, Americo Mascarucci
Ghost Ship-la Nave Fantasma è il titolo di un celebre film horror che racconta di un gruppo di esploratori che si imbattono in una nave abbandonata alla deriva in mezzo all'Oceano e dopo esservi saliti a bordo alla ricerca di oro e oggetti preziosi si trovano alle prese con i fantasmi che popolano il relitto: ne nascerà una lotta per la sopravvivenza contro gli spiriti dell’equipaggio e dei passeggeri morti su quella nave in seguito ad un massacro.

In questo caso però non si tratta di un film. Una  macabra scoperta è avvenuto nell'Oceano Pacifico al largo delle Filippine
Su uno yacht abbandonato alla deriva è stato infatti trovato il corpo mummificato di un uomo, uno skipper scomparso nel 2009. Sembra si tratti di un tedesco di 59 anni, Manfred Fritz Bajorat, impegnato in un'avventura in solitaria in giro per il mondo. 
Sono ancora sconosciute le cause della morte. 
A rinvenire il corpo è stato il 23enne Christopher Rivas al largo di Barobo, Surigao del Sur. All’interno della cabina, gran parte sott’acqua, sono stati trovati album di fotografie che probabilmente mostrano la moglie, la famiglia e gli amici, e intorno c’erano vestiti e scatolette di cibo. Non è chiaro da quanto tempo Manfred, che è stato identificato grazie al giornale di bordo, sia morto. Pare che l'uomo viaggiasse in solitaria, senza amici a bordo, il che lascerebbe propendere la pista del decesso naturale. Improbabile possa essere stato ucciso da qualcuno.
Un amico ha detto al Bild che l’ultima volta che l’aveva sentito era stato un anno fa, su Facebook per il suo compleanno. 
I venti secchi dell’oceano, le temperature calde e l’aria salmastra hanno contribuito a preservare il suo corpo. La polizia sta cercando di fare il punto sui suoi ultimi viaggi e rintracciare le ultime persone che hanno avuto contatti con lui.

Scomparso da sette anni, ritrovato mummificato sullo yacht alla deriva
L’ambasciata tedesca a Manila sta lavorando con le forze locali per rintracciare la famiglia in Germania. Si pensa abbia una figlia, Nina, che lavori come capitano di una nave. 
Manfred ha solcato gli oceani del mondo per 20 anni, facendo più di mezzo milione di miglia nautiche. Ha navigato il Pacifico, l’Atlantico, intorno ai Caraibi, l’Oceano Indiano, il mediterraneo, l’Egeo e, da giovane, le acque del Mar Baltico che confinano con la Germania del Nord. Un foglio trovato a bordo indica che si facesse chiamare “Tiger Shark”, squalo tigre. Aggiornava spesso il suo Facebook con le avventure. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...