'Andiamo a comandare' supera i 60 milioni: "Tre mesi tutti per Amatrice"

30 agosto 2016 ore 13:26, Andrea De Angelis
60 milioni, 288 mila e 630. Anzi, 631 se cliccherete anche voi sul video che sta facendo impazzire l'Italia del web. Un successo ovviamente insperato, ancora non ben compreso, classificabile come tormentone, ma che forse è anche qualcosa di più. 

Voglia di leggerezza, dicono alcuni. Ma così facendo si rischia di offendere chi ama (e conosce bene) uno dei tanti capolavori di Italo Calvino. 
Lo canta anche lui: "Non so se sono pazzo o sono un genio". E poi confessa, fuori dal testo: "Non fumo canne, il fisico non me lo permette". Ancora non avete capito? Si tratta di "Andiamo a comandare", il brano/video che ha appena tagliato un record incredibile: può vantare più visualizzazione rispetto agli abitanti italiani. Sì, è così: più clic che italiani. Roba che se fosse stato così anche per gli sms solidali del terremoto i milioni raccolti non sarebbe stati una dozzina in una settimana, ma dieci volte di più.

'Andiamo a comandare' supera i 60 milioni: 'Tre mesi tutti per Amatrice'
Eppure la solidarietà di "Andiamo a comandare" c'è già. I ricavi dei prossimi tre mesi dei brani musicali 'Vorrei ma non posto' e 'Andiamo a comandare' saranno devoluti alle popolazioni colpite dal terremoto nel Centro Italia. E' Fedez a lanciare l'iniziativa su Facebook: "Noi artisti di Newtopia, insieme alle nostre case discografiche abbiamo deciso di fare un piccolo gesto immediato: oltre alle nostre personali donazioni abbiamo deciso di devolvere il 100% dei ricavati di 'Vorrei ma non posto' e di 'Andiamo a comandare' dei prossimi 3 mesi per la ricostruzione della scuola elementare e dell’asilo di Amatrice". Nel video-appello su Facebook, il rapper si rivolge ad Apple e Google, chiedendo di rinunciare al 30% dei ricavi che trattengono su ogni singolo venduto.
caricamento in corso...
caricamento in corso...