Vende su eBay (a 12 euro) la 'super-Enigma' di Hitler: "Mi ha lasciato pure il resto"

30 maggio 2016 ore 8:36, Andrea De Angelis
A volte su internet si fanno affari. Per chi vende, certo, oggetti che altrimenti sarebbero finiti in chissà quale cantina o soffitta, ma anche per chi compra, specie se riesce ad aggiudicarsi delle rarità. Così rare, appunto, da essercene, come in questo caso, solo due esemplari in tutto il mondo. Uno custodito gelosamente e passato alla storia, l'altro venduto (ma sarebbero meglio dire ora svenduto) su eBay per poco meno di 10 sterline dall'ignaro, ormai ex proprietario. 

Una rara macchina per la crittografia utilizzata dall'esercito tedesco durante la Seconda guerra mondiale è stata messa in vendita dunque per poco più di 12 euro su eBay e acquistata da volontari del Museo nazionale dell'informatica britannico a Bletchley Park, la celebre Stazione X a 75 chilometri da Londra, dove dal 1939 lavorarono esperti in decifrazioni e matematici, per decodificare i messaggi cifrati che il terzo Reich inviava alle sue truppe e alle sue spie.
"Un mio collega stava guardando eBay quando ha visto una fotografia di quella che sembrava essere una telescrivente", ha raccontato John Wetter, un volontario del museo. "Poi è andato a Southend, nell'Essex, per indagare ulteriormente e ha trovato la Macchina nella sua custodia originale, sul pavimento di un capannone, tra la spazzatura. Ha chiesto al proprietario: 'Quanto costa?' Ha risposto: 'Nove sterline e 50', così gli ha detto: 'Ecco una banconota da 10, tenga il resto'".

Vende su eBay (a 12 euro) la 'super-Enigma' di Hitler: 'Mi ha lasciato pure il resto'
Questa la storia raccontata dai giornali di mezzo mondo. Ma non è la prima volta che il nome di Hitler finisce collegato a situazioni bizzarre o paradossali. Veri e propri colmi. Ad di là dei cimeli, infatti, è dello scorso settembre una notizia che ha fatto sorridere molti. 
L'iconico aeroporto di Berlino, il Tempelhof, costruito nel 1927 e ampliato nel 1934 su ordine di Albert Speer, l'architetto di Adolph Hitler, potrebbe diventare un immenso campo profughi nel cuore della capitale tedesca. Secondo un progetto la struttura, contraddistinta da da un arco lungo più di 1,6 km, disegnato per ricordare le ali spiegate di un uccello, potrebbe essere trasformato in case per 4.000 rifugiati. L'assessorato al Welfare di Berlino ha chiesto al 'ministro dell'Interno della città stato', il permesso di usare il Tempelhof, definito dalla celebre archistar britannica Normn Foster, "la madre di tutti gli aeroporti".




caricamento in corso...
caricamento in corso...