Il remix di "Allah è grande" diventa virale dopo Parigi e il web si indigna. VIDEO

30 novembre 2015 ore 8:09, Micaela Del Monte
Il remix di 'Allah è grande' diventa virale dopo Parigi e il web si indigna. VIDEO
Altro che Justin Bieber, Rihanna, Madonna o qualsiasi altra pop star internazionale. A spopolare su Spotify ormai da quindici giorni è "Allahu Akbar", un brano dance che inneggia a Allah e che dal 13 novembre è diventata virale sul web e prima nelle classifiche europee.

La canzone, uscita sette mesi fa, è stata composta da un musicista sconosciuto, tale Dj Inappropriate, che ama esibirsi in pubblico con una maschera sul volto e il fenomeno sarebbe passato inosservato, se il successo non fosse arrivato proprio a ridosso dei terribili fatti di Parigi. 

Il brano (virale già in Regno Unito, Olanda, Germania e Turchia) parte in arabo, poi arriva l’urlo "Allahu Akbar!" seguito dai classici motivi dance, ripetitivi e martellanti. Qualcuno potrebbe persino pensare si tratti di blasfemia, visto che Allau Akbar fa parte della chiamata alla preghiera dei muezzin. Ma non è questo l'aspetto inquietante. Lo è molto di più che, nelle ultime due settimane, dopo gli attentati a Parigi, il brano stia raggiungendo milioni e milioni di visualizzazioni su YouTube, dove è scaricatissimo un po' ovunque compreso nei Paesi con grandi comunità musulmane come Libano e Egitto.

Il testo non incita, cita e basta. Però evoca: e questo basta ai social per indignarsi ("è solo l’inizio, tra un po’ dovremo cantare a memoria i versetti del Profeta!") o ironizzare ("Cos’è? Corano per principianti?"). C’è anche chi controbatte: "Una volta misero i cori dei monaci cristiani su una musica dance: qualcuno si scandalizzò allo stesso modo?". Dal canto suo il Dj grida vittoria e su Facebook, dopo il boom di visualizzazioni, ha commentato: “Sei mesi fa non avevamo idea che… al diavolo queste cose emotive… Allahu Akbarha superato il 1.000.000 di visualizzazioni su ‘Spikz channel’, e questo è qualcosa di epico!”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...