Pugni choc a padre con bimbo in braccio: polemica su addetto aeroporto

31 luglio 2017 ore 9:59, Americo Mascarucci
Preso a pugni nonostante tenesse il bimbo in braccio. A sferrare il cazzotto un impiegato dell'aeroporto di Nizza nei confronti di un passeggero. Il gravissimo episodio è avvenuto ieri sera a Nizza, dove i passeggeri del volo EasyJet EZY2122 diretto a Londra Luton aspettavano di imbarcarsi da ben 13 ore. A causa di una serie di problemi tecnici, l'aereo, che avrebbe dovuto decollare alle 11 del mattino, ha continuato ad accumulare ritardo, con disagio e nervosismo crescenti tra i passeggeri. L'aggressione è documentata da il Guardian che pubblica la foto del cazzotto diffusa su Twitter da una testimone.
Pugni choc a padre con bimbo in braccio: polemica su addetto aeroporto

I FATTI
Al passaggio di un impiegato dell'aeroporto, la moglie dell'uomo poi aggredito pare si fosse lamentata ad alta voce della scarsa assistenza fornita ai disabili e ai bambini sfiniti dalla lunga attesa. Per tutta risposta, l'impiegato ha fatto una smorfia e quindi ha colpito con un pugno in faccia il marito, nonostante questi avesse il bambino in braccio. E' stata chiamata la polizia, che voleva portare via sia l'aggressore che l'aggredito ma dopo le proteste di tutti gli altri passeggeri, gli agenti hanno invitato solo l'impiegato aeroportuale a seguirli e l'uomo ha potuto infine imbarcarsi assieme alla moglie e al figlio.
Una viaggiatrice è infatti riuscita a fotografare l'episodio. La foto pubblicata sui social network ha iniziato a circolare tra le proteste degli utenti che hanno chiesto spiegazioni alla compagnia aerea.  Alla fine, ormai a notte fatta, il volo Easyjet è finalmente decollato verso Londra con tutti i suoi passeggeri a bordo. Quando la polizia ha deciso di portare via soltanto l'aggressore e lasciar partire l'aggredito tutti gli altri passeggeri si sono lasciati andare ad un lungo e scrosciante applauso dimostrandosi solidale con l'uomo, la cui unica colpa era stata quella di protestare insieme alla moglie per la scarsa assistenza fornita dal personale aeroportuale ai passeggeri sfiniti dalla lunga e interminabile attesa. Non si sa conosce ancora, invece, la sorte dell'impiegato dell'aeroporto. E' stato portato via come detto ma non si sa quali misure siano state adottate a suo carico. 
EasyJet, in una nota, si è scusata per il ritardo, dovuto a "motivi tecnici", e ha affermato di essere "molto preoccupata" dopo aver visto la foto pubblicata su Twitter. Ha chiarito però che "la persona fotograta non fa parte dello staff di EasyJet, né lavora per i servizi di terra della compagnia".
"Porremo urgentemente il caso - ha assicurato la compagnia aerea - all'aeroporto di Nizza e al loro appaltatore per le assistenze speciali Samsic, per il quale riteniamo che lavori la persona fotografata".

#nizza #cazzotto #aeroporto

caricamento in corso...
caricamento in corso...