La Compass c'è, anche se non c'è: Jeep si dà alla realtà aumentata

31 marzo 2017 ore 18:57, intelligo
Jeep passa alla “realtà aumentata”: tutti i concessionari del marchio americano, infatti, permetteranno ai clienti di osservare nel dettaglio la nuova Compass anche se questa non sarà fisicamente presente. Il tutto grazie al Jeep Compass Visualiser, un'applicazione in grado di ricreare un esemplare virtuale della Jeep Compass davanti agli occhi dei clienti, in scala 1:1, consentendo loro di scoprire questo nuovo modello e di interagire con esso prima del suo debutto fisico in concessionaria. L'applicazione, sviluppata in collaborazione con Accenture Interactive, la digital agency parte di Accenture Digital, si basa su Tango, la tecnologia per la realtà aumentata con smartphone di Google che consente ai dispositivi mobili di ‘navigare’ nel mondo reale interagendo con la realtà virtuale, ed è stata ottimizzata per lo smartphone Lenovo Phab 2 Pro, il primo dispositivo compatibile con Tango. 

La Compass c'è, anche se non c'è: Jeep si dà alla realtà aumentata
Intanto, dall'8 al 16 aprile, gli appassionati di Jeep si ritroveranno all'Easter Safari di Moab, nello Stato americano dell'Utah, dove verranno esposte, come da trazione, le novità dell'azienda. Spiccano alcune auto celebrative, come la Jeep Grand One che festeggia i 25 anni del modello Grand Cherokee con una variante modernizzata della classica ZJ del 1993 o, ancora, l'affascinante CJ66 che la stessa Jeep definisce 'il cocktail di tre icone del fuoristrada': l'auto, che richiama il look delle 4x4 degli Anni '60, nasce infatti dall'unione del telaio di una Wrangler TJ con parti meccaniche della Wrangler JK e con la carrozzeria di una Wrangler CJ Tuxedo Park del 1966, a dimostrazione della validità della formula e del design Jeep anche dopo mezzo secolo. Presente all'Easter Jeep Safari di Moab anche una serie di concept e di rielaborazioni di assoluto interesse per i fan del marchio, come la Jeep Quicksand dedicata alle scorribande sulla sabbia o la Jeep Safari che permette, grazie ad una speciale carrozzeria trasparente denominata windoors, di godere da ogni posto a bordo dei panorami di una 'esplorazione' in off road.

Dal 1987, Jeep è un marchio registrato da Chrysler Group, controllata dal 2014 da Fiat Chrysler Automobiles, tramite FCA US. Sotto questo marchio vengono prodotti vari modelli: la Jeep Wrangler, la Cherokee, la Compass, la Patriot, la Commander, la Grand Cherokee e la Renegade. Le sue origini ci portano nel mondo militare. Fu nella Seconda guerra mondiale, infatti, che l'esercito statunitense decise di creare un piccolo autoveicolo a trazione integrale dotato di meccanica adatta all'uso in terreni difficili da usarsi come mezzo da ricognizione e collegamento. Questo mezzo fece la sua prima apparizione nel 1940, con il primo prototipo presentato dalla Bantam Car Company, il cui modello aprì la strada ai veicoli successivamente presentati dalla Willys e dalla Ford. Il bando venne vinto dalla Willys con la MB, ma data la necessità dell'esercito di avere un grande quantitativo di mezzi, fu richiamata la Ford che ne costruì una versione identica su licenza, la GPW (acronimo di General Purpose Willys). Il nome Jeep deriva dall'acronimo del nome militare General Purpose Vehicle (veicolo per uso generale), pronunciato dagli statunitensi appunto Jeep.
#jeep #compass #realtaaumentata

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...