Morti e cimiteri, arriva la tassa con Iva al 10%: come cambiano i funerali

31 ottobre 2017 ore 10:04, Micaela Del Monte
In Italia arriva la tassa sui morti, uno "scherzo" che però non ha nulla a che fare con Halloween o con il 2 novembre e la sua ricorrenza. Infatti il disegno di legge, che porta la firma di Stefano Vaccari, prevede l’introduzione dell’Iva al 10% sui funerali. Le cerimonie funebri non saranno più esenti IVA quindi.
Morti e cimiteri, arriva la tassa con Iva al 10%: come cambiano i funerali
Oltre all’IVA sui funerali al 10%, il disegno di legge prevede il pagamento, una tantum, di 30 euro per finanziare la vigilanza e il controllo da parte delle aziende locali. I Comuni invece saranno obbligati a destinare il 20% della Tasi incassata alla copertura dei costi dei cimiteri monumentali. Un pacchetto che quindi comporterà un aumento dei costi dei funerali e dei servizi cimiteriali e che, dato l’ultimo punto, in alcuni Comuni potrebbe tradursi anche in un aumento della Tasi.

Inoltre le agenzie funebri, che organizzano tra i 300 e 1000 funerali l’anno, dovranno avere almeno 3 mezzi di proprietà, sei dipendenti assunti a tempo indeterminato e un direttore tecnico, mentre se ne organizzano più di 1000, dovranno avere 4 carri funebri e 12 dipendenti.
caricamento in corso...
caricamento in corso...