'Il Corvo' è maledetto: stop anche al remake

04 agosto 2015, Micaela Del Monte
'Il Corvo' è maledetto: stop anche al remake
La maledizione, forse solo una leggenda metropolitana, che aleggia intorno al film che portò alla morte di Brandon Lee, sembra non avere fine.

Il remake de "Il Corvo", in cantiere ormai da anni con continui stop-and-go dovuti ad abbandoni nel cast, ora finisce in naftalina per un po', se non per sempre. La società di produzione, la Relativity, ha infatti dichiarato bancarotta e la crew ha abbandonato i luoghi delle riprese.

Maledizione quella de "Il Corvo" cominciata il 31 marzo 1993, quando il personaggio principale dell’opera cinematografica, Brandon Lee, rimase ammazzato sul set da un colpo d’arma da fuoco caricato su un fucile che sarebbe dovuto essere a salve. Rimanevano solo 3 giorni di riprese. Una sfortuna all’interno della maledizione quella della team familiare Lee, conosciuto anche per il fatto che Brandon era il figlio Bruce Lee, deceduto anche lui durante la creazione di un pellicola cinematografica: ufficialmente per morte naturale, ma per molti la morte di Lee fu un omicidio.

Ma ci sono stati anche altri elementi che hanno nutrito la cosiddetta “maledizione” del Corvo: il mito quello per quanto concerne River Phonenix, che fece il provino per essere il protagonista, parte poi poi andata Lee, e che scomparve per una overdose in quello stesso 1993.

Insomma, forse quest film non s'ha da fare, ma chissà che qualcuno non decida di sfidare la sorte e rifinanziare le riprese...
caricamento in corso...
caricamento in corso...