Noemi a Sanremo "porta una borsa", ma pensa "di appartenere al terzo sesso"

04 febbraio 2016 ore 12:29, Marta Moriconi
"Questo album è un vestito che mi mostra per come sono ora. Una donna che vive un momento di tranquillità, che si sente realizzata nella vita professionale e in quella personale. Sono cambiata molte volte, ma sono sempre io e ora a 34 anni mi sento in pace con me stessa". E' una rossa vincente che parla, non la Ferrari. E il suo a Sanremo è in grande stile, con un brano scritto da Marco Masini. E' la quarta volta per Noemi al Festival di Sanremo, con "La borsa di una donna", una canzone di "grande personalità". Aveva spiegato già che è "come se mi avessero dato le chiavi di una Ferrari e mi avessero detto: ora guidala. Questo sarà il più importante dei miei Sanremo, perché ho un pezzo che mi piace, ho 34 anni e ci tengo veramente a fare bella figura". Chiuso il capitolo talent ("mi sono divertita molto ma ora basta", Noemi appare più consapevole di sé. 
Quanto all'esplosione della villa dove era ospite Gabriel Garko, si dice colpita dalla notizia ma correttamente ammette: "In questi casi c'è poco da dire...". 

Noemi a Sanremo 'porta una borsa', ma pensa 'di appartenere al terzo sesso'
E sulla canzone svela che "è una bella soddisfazione poter snocciolare queste collaborazioni che tutte insieme riescono a dare l'immagine di una donna moderna, che ha un ruolo nella società di oggi. Parlo della mia generazione, di come credo che sia". "La borsa di una donna" è uno dei nove brani inediti contenuti nel nuovo album "Cuore d'artista" che uscirà il 12 febbraio, durante la kermesse canora, prodotto da Gaetano Curreri, storica voce degli Stadio. A differenza di quanto faccia pensare il titolo non si tratta di una monografia sull’amore "perché avevo bisogno di cantare storie diverse. E' un disco sudato, non di plastica. Oggi mi sento una donna". Nella serata delle cover a Sanremo Noemi porterà "Dedicato" di Loredana Bertè. "Una donna forte e sensibile: il mio sarà un omaggio al suo coraggio e alla sua forza innovativa. Al Festival quest’anno ci sarà anche Patty Pravo, l’altra stella polare del mio firmamento musicale".
E infatti come lei, come loro, è "un'outsider. Lo sono sempre stata. Mi piace pensare di appartenere alla Terra di Mezzo, al terzo sesso. Mi sento una pioniera".


caricamento in corso...
caricamento in corso...