Termovalorizzatore Sì e No: il botta e risposta tra Zingaretti e Galletti

05 agosto 2016 ore 12:04, Lucia Bigozzi
Scontro Galletti-Zingaretti. Questione rovente si potrebbe dire perché il motivo del contendere tra il governatore del Lazio e il ministro dell’Ambiente è il termovalorizzatore: Galletti è convinto che per risolvere l’emergenza rifiuti, il Lazio ha bisogno di un termovalorizzatore in grado di “mangiarsi” 210mila tonnellate. Il governatore, invece, dice che non è necessario e si appella alla decisione del Consiglio regionale che ha deciso per il no: “Seguendo l'iter della competenza regionale di pianificazione, sulla base del fabbisogno e della raccolta differenziata e dell'impiantistica confermo che non si reputa necessaria l'apertura di una procedura per un nuovo termovalorizzatore”, scandisce Zingaretti che poi ha spiegato qual è lo stato dell’arte proprio intervenendo alla seduta del ‘parlamentino’ laziale: “Da lunedì scorso gli uffici hanno chiesto a tutti gli impianti di trattamento del Lazio e a quello in Abruzzo i quantitativi giornalieri conferiti da Ama e la eventuale capacità residua. La Regione aveva già avviato queste pratiche e ha incaricato l'Arpa di fare i controlli. Le risposte stanno arrivando. Tra qualche giorno potremo già soddisfare questa richiesta del ministero dell'Ambiente”. 

Dunque la posizione del presidente Zingaretti è in liena con quella della sindaca a 5Stelle Virginia Raggi che da parte sua, ha ribadito il non al termovalorizzatore. A lei, il governatore del Lazio tende una mano nei giorni difficili di Ama e del caso Muraro, quando dice: “Voglio chiarire che lo spirito di questa giunta è quello di una totale volontà di collaborazione con la giunta capitolina per aiutare Roma, per aiutare questa amministrazione, per evitare che i cittadini di Roma possano cadere in una situazione di emergenza”. Collaborazione e condivisione dunque, la stessa che su questo tema specifico non si può dire nei rapporti istituzionali tra il presidente della Regione Lazio e il ministro dell’Ambiente per il quale la scelta del termovalorizzatore consentirebbe di rimettere in  sesto la gestione e lo smaltimento dei rifiuti che a Roma purtroppo, da un po’ di tempo a questa parte, funziona a singhiozzo. Il tutto, in attesa che i 

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...