Xena a Lucca più guerriera che princess stende "i giovani italiani razzisti"

05 luglio 2017 ore 11:02, intelligo
L'arma che ha imbracciato è Facebook, a Lucca Lucy Lawless è stata testimone di un atto di razzismo che ha voluto denunciare. L'attrice conosciuta come Xena principessa guerriera, per il ruolo che interpretato negli anni 90, ha fatto un'’esperienza che ha desiderato raccontare con toni piuttosto guerrieri sul suo profilo FB. Era per le vie di Lucca quando ha visto sei giovani, di circa 18-19 anni, che hanno imitato un ragazzo di colore in sella alla sua bicicletta, facendo versi e i gesti di una scimmia. Lucy ha detto di aver reagito subito urlando: "Orribile. Veramente orribile", e così "stendendo" con uno schiaffo morale i ragazzi che si sono accorti di lei. Per lei "stavano terrorizzando quel
Xena a Lucca più guerriera che princess stende 'i giovani italiani razzisti'
giovane di colore" e "se fossi stata preparata o conoscessi meglio l'italiano avrei spiegato con calma che le precedenti generazioni di italiani sono state composte da immigrati nei nostri paesi e che il loro comportamento di stasera è una forma di terrorismo. Stavano terrorizzando quel giovane di colore".

LA GIUSTIFICAZIONE: Poi dal razzismo è passata al contro razzismo: "Gli scimpanzè erano loro" alla fine, questi giovani italiani ignoranti, magari in preda al proprio testosterone o perché hanno percepito di essere di fronte a una persona in una situazione di debolezza. Insomma gli ha trovato anche la giustificazione.  

L'AFFONDO: Ma alla fine l'affondo è quello dell'eroina del telefilm, sembra di vederla nella sua corazza storica:  "Come fanno gli scimpanzé quando sono in branco. E non c'è alcun dubbio che erano loro gli scimpanzé in questa situazione". 

TRADUZIONE INTEGRALE: Stavo camminando per Lucca dietro a sei ragazzi italiani ben vestiti di un’età compresa tra i 18 e i 19 anni. Un ragazzo nero passa sopra la sua bicicletta. Uno dei ragazzi fa il verso dello scimpanzé e applaude con le sue mani sopra la sua testa in modo rumoroso. Urla: “Gabon!”. Un altro ragazzo si unisce a questi gesti con un terzo urlo in armonia minacciosa, con lenti applausi. Gli altri ragazzi sorridono ma non si uniscono ai gesti razzisti. Forse non sanno come affrontare meglio questa situazione. Orribile, veramente orribile gli ringhio contro. I ragazzi sono scioccati dal fatto che un adulto così vicino all’episodio li rimproveri. Fossi stata più preparata o fossi stata in grado di parlare meglio in italiano gli avrei spiegato con calma come le passate generazioni di italiani fossero immigrati nei nostri Paesi e che il loro comportamento di questa sera sia stata una forma di terrorismo. Loro hanno effettivamente e collettivamente terrorizzato un giovane nero che non era vestito da fighetto come loro. Forse gli piace questa idea, probabilmente no. Più probabilmente stanno solo scaricando il loro testosterone su una persona che hanno percepito più debole nel modo in cui gli scimpanzé affrontano le prede da cacciare. E non c’è dubbio su chi fossero gli scimpanzé in questo contesto”



#razzismo #lucca #facebook #xena
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...