Addio palla antistress: lavare i piatti è più rilassante

05 ottobre 2015, Marta Moriconi
Addio palla antistress: lavare i piatti è più rilassante
La palla anti-stress, il giocattolo malleabile che di solito viene stretto nella mano e manipolato con le dita, è già superato. E dimenticate pure la sigaretta, o l'accanirsi sulle povere unghie spesso assottigliate per colpa di quella mania di metterle in bocca.

Basta, uno studio della Florida State University, pubblicato sulla rivista ‘Mindfulness’, apre a una verità inaspettata: lavare i piatti è anti-stress.

Il test su 51 studenti lo dimostra: hanno lavato 18 piatti dopo la lettura di un testo ciascuno e incredibilmente l'attività fisica di "strofinamento". 

Alla fine per tutti si è trattato di un'esperienza tattile fruttifera. Anche per quelli che hanno letto un semplice estratto di tecniche del lavaggio dei piatti (chiamasi gruppo di controllo).

Ma è molto più rilassante lavare proprio i piatti forse perché ci si concentra sul profumo del detersivo liquido, ci si scalda in qualche modo le mani, ci si attiva con un obiettivo. Insomma il risultato è meno nervosismo del 27% e più ispirazione del 25%. 

Il tutto non vale per "il gruppo di controllo". 

Alla fine è un po' come cucire a maglia, la ripetitività fa bene, il rituale pure. L'effetto concentrazione, rilassamento e meno stress è assicurato.

Chissà quali altre attività casalinghe o quali altri hobby fanno altrettanto bene. Forse il giardinaggio e lo studio già si concentra su questo. 
 
caricamento in corso...
caricamento in corso...