''Trapianto'' di connessioni nel cervello: specie diverse con 'circuiti' uguali

06 giugno 2017 ore 14:49, Stefano Ursi
Lo scopo è comprendere il legame che intercorre fra connessioni cerebrali e comportamenti, ma di certo la prospettiva che si apre è assai più ampia. Ed è così che è stato effettuato per la prima volta un ''trapianto di connessioni'' nel cervello di una lumaca di mare per renderle uguali a quelle di un'altra specie. Gli scienziati della Georgia State University hanno applicato le connessioni di un'altra specie a quelle di una lumaca di mare, per testare un'ipotesi sull'evoluzione dei circuiti e dei comportamenti neurali. I neuroni, infatti, sono collegati tra loro per formare reti che sono alla base dei comportamenti.

''Trapianto'' di connessioni nel cervello: specie diverse con 'circuiti' uguali
da Pixabay
I ricercatori, coordinati e guidati da Akira Sakurai e Paul Katz dell'Istituto di Neuroscienze dello Stato della Georgia studiano il cervello di due specie di lumache di mare che hanno grandi neuroni che formano circuiti semplici e producono comportamenti semplici. In questo studio, pubblicato su Current Biology, hanno esaminato come i cervelli di queste creature marine producano comportamenti legati all'attività natatoria e hanno trovato che anche se il cervello delle due specie aveva gli stessi neuroni, e anche se i comportamenti erano gli stessi, il ''cablaggio'' era diverso. I ricercatori, spiega una nota dell'ateneo, hanno bloccato alcune connessioni della prima specie usando un veleno paralizzante usato sui dardi degli indigeni sudamericani e questo ha impedito al cervello di produrre il modello di impulsi che normalmente porterebbero l'animale a nuotare.

Poi hanno inserito gli elettrodi nei neuroni per creare collegamenti artificiali tra le cellule del cervello che erano basate su connessioni della seconda specie: il cervello è stato in grado di produrre attività ritmica alternata che basata sul comportamento del nuoto, mostrando che queste due specie producono il loro comportamento natatorio utilizzando meccanismi cerebrali molto diversi. Così Paul Katz: "I comportamenti omologhi e simili nella forma si intenderebbero prodotti da meccanismi neurali simili. Questo e gli studi precedenti mostrano che le rispettive connettività dei circuiti neurali di due diverse specie di lumache di mare differiscono sostanzialmente l'una dall'altra, nonostante la presenza di neuroni e comportamenti omologhi. L'evoluzione dei microcircuiti potrebbe svolgere un ruolo nell'evoluzione del comportamento".

#trapianto #connessioni #lumache #cervello
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...