Anche Isis vieta il burqa, punizioni a donne velate: ecco perché

07 settembre 2016 ore 12:36, intelligo
di Luciana Palmacci

Sembra quasi un paradosso, ma questa volta il divieto di indossare il burqa, giunge dall'Isis stesso: le donne, almeno quelle che entrano nei suoi centri d'addestramento militare a Mosul, in Iraq, non potranno più indossare la veste che le ricopre interamente. A renderlo noto è stata PressTv, specificando che il divieto, che stride con l'obbligo imposto alle donne della città di coprirsi, è scattato per motivi di sicurezza. Negli ultimi tempi, infatti, numerosi miliziani sono stati ammazzati da donne vestite col burqa. La nuova legge, inoltre, impone severe punizioni per tutte quelle donne che continueranno a coprire il proprio volto. Dunque dopo aver imposto l'uso del burqa in tutte le terre del 'califfato', i miliziani dello Stato Islamico sono costretti a fare dietrofront e a vietare il velo integrale per ragioni di sicurezza. Succede proprio a Mosul, roccaforte dell'Isis in Iraq, dove un preciso ordine degli uomini di al Baghdadi che ora proibisce alle donne di entrare col burqa nei centri militari e di polizia. La decisione, ha riferito una fonte locale della provincia di Ninive al sito Iran Front Page, è stata presa dopo che alcuni comandanti e miliziani jihadisti erano stati uccisi da donne armate e coperte col burqa.  

Anche Isis vieta il burqa, punizioni a donne velate: ecco perché

Una fonte locale ha infatti dichiarato al sito Iraqi News che una donna, vestita con il velo integrale, ha ucciso due jihadisti “appostati al checkpoint di Al-Shirqat” (nord dell’Iraq). “L’incidente ha colto di sorpresa l’organizzazione, che è stata costretta a prendere delle misure precauzionali contro degli attacchi simili”, ha indicato la fonte. Così facendo, lo Stato islamico, che controlla questo territorio dal mese di giugno 2014, ha deciso di vietare alle donne di coprirsi il volto (mentre nella vicina Siria le donne che non portano il velo integrale sono punite molto severamente). L'imposizione del velo integrale resta invece valido in tutti gli altri luoghi della città. Lo scorso mese le foto dei burqa bruciati e delle donne esultanti a Manbij, in Siria, appena liberata dalle forze curde, avevano fatto il giro del mondo.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...