Non un caffè, ma un parto in autogrill. E non è la prima volta

09 febbraio 2016 ore 9:45, Americo Mascarucci
Un nuovo caso di parto in autogrill. 
Nuovo perché non è la prima volta che si verifica un fatto del genere, era già successo a Sanremo tre anni fa e incredibilmente sempre in questi stessi giorni. Anche la storia per certi versi è quasi identica.
Ma andiamo per gradi.
L’ultimo caso di cronaca è quello avvenuto nelle ultime ore a Varese ed ha avuto per protagonisti una mamma, un papà e il loro neonato. A fare da sfondo a questa storia a lieto fine un autogrill che mai come in questo caso è stato provvidenziale. Il neonato in questione è stato partorito dalla sua mamma nel sedile di una BMW davanti all’autogrill di Castronno, sull'autostrada in direzione Varese.
Non un caffè, ma un parto in autogrill. E non è la prima volta
A far nascere il piccolo è stata la mamma Sara aiutata dal papà Christian di Fagnano Olona, con il prezioso apporto dei sanitari del 118. Il padre era convinto di poter arrivare in ospedale ma alla fine ha dovuto accostare all'autogrill e chiamare il 118.  "Il medico – racconta l’uomo - mi ha spiegato che se non aveva il cordone ombelicale intorno al collo potevo tranquillamente accudire il bambino con un asciugamano e aspettare i soccorsi, e così ho fatto. Dopo meno di 10 minuti è arrivata un’ambulanza ed è giunto l’elicottero del 118, ma Tancredi (questo il nome scelto per il piccolo) stava bene, anche Sara non ha avuto problemi".
L’ambulanza è poi partita con mamma e figlio verso l’ospedale. 
Dicevamo di Sanremo. Sulla città ligure avvenne un caso analogo nel febbraio del 2013. Quella volta però la mamma era sola e ad accudirla non c’era come in questo caso il marito bensì un tassista. La donna di 36 anni, giunta ormai alla fine della sua gravidanza, era stata colta dai classici dolori di inizio travaglio ed essendo sola in casa e non avendo nessuno disponibile in quel momento per farsi accompagnare in ospedale, aveva chiamato un taxi. Durante il tragitto però arrivarono le doglie. Il tassista quindi si fermò al primo autogrill incontrato in autostrada da dove chiamò il 118 che però arrivò quando il bimbo era nato. 
Insomma è proprio il caso di dire che gli autogrill sono utili soltanto per fare sosta e rifocillarsi durante un viaggio.
caricamento in corso...
caricamento in corso...