Differenziata, dai rifiuti intelligenti alle nomine Asl: De Luca chiude col Conai sui Comuni

18 luglio 2016 ore 16:24, Lucia Bigozzi
La differenziata in Campania riparte dagli … imballaggi. In sintesi l’intesa tra la Regione e il Conai, Consorzio per il recupero degli imballaggi. Obiettivo: aiutare i Comuni campani a incrementare la raccolta separata dei rifiuti. Il tutto per un bacino che comprende 25 municipi, compreso il capoluogo di regione, Napoli, dove attualmente i livelli di raccolta differenziata è sotto la soglia del 45 per cento. Il nuovo traguardo fissato è raggiungere il 65 per cento. 

Differenziata, dai rifiuti intelligenti alle nomine Asl: De Luca chiude col Conai sui Comuni
Per renderlo possibile, entro un mese saranno pronti i programmi operativi previsti dal piano incentrato su un percorso di stabilizzazione degli addetti del Consorzio unico di bacino di Napoli e Caserta.
Un piano di incentivo della raccolta differenziata che, come ha spiegato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, presuppone un investimento complessivo di 45 milioni di euro. Il Conai provvederà a seguire la fase di start up del servizio, oltre a promuovere campagne di sensibilizzazione e comunicazione verso la cittadinanza.

Dai rifiuti “intelligenti” alla ‘nuova’ sanità. “Entro la fine della settimana provvederemo alla nomina dei direttori generali”, ha annunciato il governatore De Luca parlando coi cronisti a margine della firma del protocollo con il Conai. Si tratta del rinnovo dei vertici delle Aziende sanitari e ospedaliere della Campania: altro tema di attualità a livello regionale. Nei giorni scorsi, De Luca ha nominato il direttore generale del policlinico “Cardarelli” e due colleghi destinati ad altrettante Asl della provincia di Napoli. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...