Cultura “by night”: in città notte ai musei gratis sabato 21 maggio

18 maggio 2016 ore 16:23, intelligo
di Marina Simeone

Letteratura, arte teatro, la cultura torna gratuita per una notte, con l’edizione 2016 “Notte ai Musei” sabato 21 Maggio 2016, ideata dal Consiglio d'Europa, l'ICOM e l'Unesco. Trenta nazioni coinvolte e tremila musei con ingresso gratuito o quasi gratuito, cui si accostano quest’anno, Università, gallerie d’arte privata, spazi culturali di ogni tipo e persino la Camera dei deputati e il Senato della Repubblica. A Roma la maratona notturna abbraccia tutta la città dalla periferia al centro ed è promossa da Roma Capitale e da Zètema Progetto Cultura. Aderisce anche il ministero per i Beni e le Attività Culturali. I Musei Capitolini ospitano a Palazzo Caffarelli l’evento «C’erano un italiano, un tedesco e … una capra! Ovvero: piccola storia del Campidoglio» di Antonietta Bello. Nella Sala Pietro da Cortona con Tiziano Panici, Yoris Petrillo e la CIE Twain-Phisical Dance Company lo spettacolo «L’atlante del Grande Khan». Per chi sogna di ammirare le sedi istituzionali ingresso gratuito e apertura straordinaria per la Camera dei Deputati e per il Senato. L’ auditorium Parco della Musica rimarrà aperto insieme al Museo Archeologico e al Museo Aristaios e sono state organizzate visite guidate notturne. Ma i siti coinvolti sono innumerevoli e per averne menzione ci si può collegare al sito Zetema http://www.zetema.it/attivita_zetema/eventi/

Cultura “by night”: in città notte ai musei gratis sabato 21 maggio
Si accede pagando un biglietto simbolico di un euro agli spettacoli in calendario: dal concerto «Piano piano 2016» all’Esedra Marco Aurelio allo spettacolo «Alice futura, funambolismi tra algebra e delirio» alla Centrale Montemartini con Acustimantico
e gli attori di Fabrica, dal live di Rossano Baldini e Giorgio Canali al Macro di Testaccio alla performance musicale «Le immagini della musica» ai Mercati di Traiano, fino al jazz di «From italian music» all’Ara Pacis con Antonello Salis e Riccardo Fassi, la pièce «L’altro Shakespeare» al Museo Carlo Bilotti, la messa in scena di Beckett in «Catastrofe» al Museo delle Mura con Renato Carpentieri, Antonio Conforti, Valeria Luchetti. Villa Torlonia regalerà agli spettatori una notte all'insegna del Jazz e delle note Kafkiane per la prenotazione obbligatoria chiamare lo 060608. Alla Galleria d’Arte moderna c’è «Ridere ad arte» e al Museo di Scultura antica Giovanni Barracco «Il canto di Sethi. Dalla Mesopotamia all’Egitto, la musica dei volti di pietra» con James Wylie, Fausto Sierakowski (sassofoni) e Alexandros Rizopoulos (percussioni). Locomotori e tram in bella vista al Polo Museale Atac tra le note della Sweetwater Jazz Band. La più grande università d’Italia ha deciso di lasciare aperti i suoi ricchi Musei (da quello di Anatomia comparata a quello di Antichità Etrusche e Italiche, dal Museo di Antropologia a quello del Vicino Oriente, Egitto e Mediterraneo). Ma oltre alla musica e all'arte grande spazio anche alle esibizioni sportive e all’Accademia Musumeci Greco si potranno apprezzare “I duellanti” la scherma tra arte, storia e spettacolo» insieme al maestro d’Armi Renzo Musumeci Greco e Simone Ferrari. A Milano gli istituti del patrimonio artistico visitabili quest’anno saranno due la Galleria Campari aperta dalle 19.00 alle 24.00 - si trova a Sesto San Giovanni in viale Gramsci al 161- e la Pinacoteca di Brera - dalle 18.40 alle 22.15 - in via Brera al numero 28. Per maggiori informazioni http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/news/primopiano/tutte_notizie/cultura/domenica_museo_gennaio_2016 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...