Accendete i sensi in tutta Torino: "Terra Madre-Salone del Gusto" dal 22 al 26 settembre

02 marzo 2016 ore 10:09, Andrea De Angelis
Accendete tutti i cinque sensi, preparateli. Perché a settembre non sarà stimolato solo quello che dà il nome all'evento, ma tutti e cinque. Forchette e coltelli in mano, occhi e orecchie bene aperti, senza dimenticare olfatto e tatto. Infine lui, il gusto. L'indiscusso protagonista. 

"Terra Madre-Salone del Gusto" è il nome della manifestazione in programma dal 22 al 26 settembre a Torino. Una città che quest’anno lancia una grande scommessa: estendere come mai prima d'ora i luoghi interessati dall'evento.
Come riporta l'Adnkronos parchi, teatri, palazzi storici, interi quartieri di Torino saranno coinvolti . Il Parco del Valentino ad esempio ospiterà il Mercato italiano e internazionale, mentre il Borgo Medievale accoglierà le attività educative per adulti e bambini. Il Castello del Valentino sarà animato dai Forum di Terra Madre. Le conferenze si terranno al Teatro Carignano, l’Enoteca troverà casa nei meravigliosi spazi di Palazzo Reale, i Laboratori del Gusto potranno contare su diverse sedi tra cui il Circolo dei Lettori, la Mole Antonelliana (Museo del Cinema) e Eataly. I cibi di strada e gli artigiani della birra saranno accolti nei Murazzi lungo il fiume Po, appena ristrutturati.
Previste inoltre incursioni in altre istituzioni culturali d’eccellenza: dal Museo Egizio alla Gam (Galleria d’Arte Moderna) fino al Museo d’Arte Orientale. L’evento si dispiegherà inoltre in alcuni spazi fuori città: la Reggia di Venaria Reale, il Castello di Rivoli, il Castello di Racconigi, l’Agenzia di Pollenzo.
Una vera e propria rivoluzione quella presentata ieri in una conferenza che ha visto al tavolo dei relatori Carlo Petrini, presidente di Slow Food, Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte e Piero Fassino, sindaco di Torino.
'Voler bene alla terra significa voler bene a chi la abita e la vive, dare il segno di una fraternità universale che fa della nostra una terra ospitale. Per questo Terra Madre Salone del Gusto è un pezzo di diplomazia del nostro Paese" ha detto con orgoglio ed emozione Petrini. Queste invece le parole di Fassino: "La città aprirà le porte e al centro dell’esperienza rimarrà la dimensione umana che si esprime nella promozione dell’ospitalità così come nel volontariato". Sulla stessa linea anche il governatore Chiamparino per il quale l'edizione del 2016 presenterà "un format ancora più ambizioso e più capace di stabilire una relazione col territorio".
L'evento è aperto al pubblico. Per partecipare e per tutte le info collegarsi al sito ufficiale in continuo aggiornamento.

Il Salone internazionale del gusto, lo ricordiamo, è una manifestazione dedicata all'enogastronomia che si svolge biennalmente ad inizio autunno a Torino. Organizzato da Slow Food, dalla Regione Piemonte e dal comune di Torino, in collaborazione con Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il Salone del gusto accoglie uno dei più importanti palchi per produttori e artigiani dell'agroalimentare di qualità provenienti da tutto il mondo.
La prima edizione risale al 1996. Nel 2014 i temi dell'edizione sono dedicati in particolare all'Arca del Gusto e all'agricoltura familiare. L'arca è stata lanciata proprio al Salone 1996 per catalogare i cibi a rischio di estinzione. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...