La Forestale resta un Corpo, ma a metà. Vince la Madia

29 aprile 2015, Micaela Del Monte
La Forestale resta un Corpo, ma a metà. Vince la Madia
Vince Marianna Madia. Il Corpo Forestale confluirà in un’altra forza armata, forse la polizia
  
A deciderlo è stato il Senato che ha approvato l’emendamento al disegno di legge sulla Pubblica amministrazione secondo il quale il Corpo Forestale dello Stato sarà assorbito in “altra forza di polizia” pur senza specificare per ora quale.


Passa dunque la linea voluta dal Ministro per la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, che aveva già annunciato la necessità nel quadro della riforma della PA di ridurre i corpi di polizia da cinque a quattro, con la conseguente riorganizzazione del Corpo forestale dello Stato e il suo eventuale assorbimento nelle altre forze. Il Senato ha anche evitato, come voluto dal Governo, che si verificasse lo smembramento della Forestale in diverse forze, che andrà tutta a finire nella Polizia (come è più probabile), o nei Carabinieri, o nella Guardia di Finanza o nella Penitenziaria


Il Senato ha fatto passare il ddl che riguarda la Forestale grazie al voto favorevole della maggioranza, mentre la Lega Nord ha votato contro e le altre opposizioni composte da Forza Italia, Movimento 5 Stelle e Sel si sono astenute. Il totale dei voti a palazzo Madama è stato di 132 favorevoli, 17 contrari e 70 astenuti.  


Nei giorni scorsi le sigle sindacali SAPAF, UGL, SNF, FP CGIL, FNS CISL, UIL- DIRFOR, UP avevano diffuso una nota congiunta con la quale esprimevano dissenso a tale accorpamento chiedendo “una vera riforma quindi, e non semplici scorciatoie mediatiche governative; una riorganizzazione che dovrebbe garantire un maggior ed efficace coordinamento delle forze di polizia, affidare specificità operative ad ogni Forza, unificare i centri di spesa di beni e servizi valorizzando ogni singolo Corpo sulla base delle professionalità e di peculiari competenze”, chiedendo quindi al Parlamento “ed oggi al Senato, luogo di decisione del DDL sulla riorganizzazione delle Amministrazioni Pubbliche di ascoltare la voce degli operatori che hanno come mission istituzionale proprio la garanzia della sicurezza e l’interesse di contribuire a rendere i servizi migliori"


caricamento in corso...
caricamento in corso...