Firenze, la battaglia di Nardella: idranti anti-bivacco sui turisti

31 maggio 2017 ore 13:22, Micaela Del Monte
Firenze contro i bivacchi su scalinate delle chiese e marciapiedi. Il Comune toscano ha infatti deciso una nuova misura contro i turisti che, soprattutto nell'ora di pranzano, usano i gradini come fossero i tavolini di un ristorante. L'idea è quella degli idranti anti-bivacco ed è venuta al sindaco di Firenze Dario Nardella, che prevede i primi interventi già da oggi.

Firenze, la battaglia di Nardella: idranti anti-bivacco sui turisti
L'ESPERIMENTO 
-
"Passeremo nelle ore di pranzo sia sulle gradinate delle chiese che sui marciapiedi delle strade dove ci sono più alimentari per bagnare e pulire i marciapiedi", ha scandito Nardella, ai microfoni dell'emittente locale Lady Radio - se il turista vorrà sedersi si bagnerà, anche se forse avremo qualche turista in meno a bivaccare sui marciapiedi". Il sindaco sta già studiando come attuare quanto prima il provvedimento insieme a polizia municipale e Alia, la società di gestione dei rifiuti del centro Toscana. Inizialmente, sarà "un esperimento, per vedere quali saranno gli effetti", ha spiegato Nardella, assicurando anche che non si tratterà di una misura in qualche modo brutale: "non useremo sistole o idranti contro i turisti". Ma la necessità di agire c'è: "le gradinate delle chiese del centro sono prese d''assalto da turisti poco civili che le imbrattano mangiandoci e bevendo. Questo non va bene", punta il dito il sindaco.

NO A MULTE E CONTROLLI - Invece di multe e controlli capillari che richiederebbero molte risorse in termini di uomini e mezzi, per contrastare gli antiestetici bivacchi nel capoluogo toscano si è quindi deciso di annaffiare con l'acqua marciapiedi e sagrati delle chiese in modo da evitare che i turisti si possano sedere.

DOVE - Secondo quanto riportato da corriere.it, tra i luoghi bagnati dagli idranti ci saranno le due chiese capolavoro di Firenze: Santa Croce e Santo Spirito. Gli amanti dei pic-nic urbani sono avvisati: se decideranno comunque di sedersi sugli scalini dovranno essere disposti a sopportare l’umidità dei loro indumenti tutto il giorno.

LA BATTAGLIA DI NARDELLA - Quella degli idranti è solo l'ultimo round di una battaglia per difendere l'unicità e il tessuto del centro di Firenze che Nardella sta combattendo senza tregua fin dal suo insediamento. E' dello scorso anno il no dell'amministrazione all'apertura di un Mac Donald's in piazza Duomo, davanti al Cupolone; più di recente ha fatto discutere il blocco totale per tre anni stabilito da Palazzo Vecchio all'apertura di nuovi alimentari e ristoranti con l'obiettivo di fermare 'il mangificio' nel cuore cittadino, misura tra l'altro portata davanti al Tar dai grandi supermercati
caricamento in corso...
caricamento in corso...