Che fine ha fatto Luke Perry, il Dylan di Beverly Hills?

05 luglio 2016 ore 11:42, intelligo
di Anna Paratore

Negli anni ’90 arrivarono sulle reti Mediaset e da lì nelle nostre case. Erano una novità assoluta, personaggi destinati a rimanere impressi nelle mente e nei cuori, per certi versi mutuati dai vari Dallas e Falcon Crest, ma indirizzati a un pubblico giovanile perché, all’improvviso, ci si era accorti che quella fascia d’età era economicamente appetibile visto che se anche i giovani non avevano una  lira loro, c’erano i genitori a non fargli mancare nulla nemmeno il superfluo più inutile. Così, dagli States, sempre all’avanguardia quando si tratta di individuare fasce di consumatori, ecco arrivare una bella serie dedicata quasi esclusivamente ai giovani ma che, come accade spesso in Italia, finisce per essere seguita da tutta la famiglia.  Il titolo è Beverly Hills 90210, praticamente l’indirizzo californiano di dove abitano alcuni dei personaggi, tutti giovani, bellocci e, soprattutto, appartenenti all’upper class e perciò pieni di soldi e parecchio superficiali. Adolescenti, dunque, capaci di far innamorare di sé qualsiasi altro adolescente, soprattutto se non bello, e nemmeno ricco e neanche figo, nell’accezione del termine che se ne ha dalle nostre parti.
Inutile dire che fu un successo immediato e travolgente. La sera in cui Beverly Hills  era in palinsesto, all’ora della programmazione, venne addirittura notata una notevole diminuzione di clienti nei pub o comunque in quei locali rivolti ai giovani, che se ne stavano a casa almeno fino alla fine della puntata. Per altro, la trama della serie non era niente di eccezionale e originale, trattava i problemi giornalieri di chi, nel caso specifico, di problemi ne aveva davvero pochi. Molte chiacchiere, molte tresche sentimentali, qualche cattiveria e rapporti sempre un po’ tesi a scuola, nel prestigioso liceo frequentato da tutti i personaggi, o nelle feste in spiaggia.  Siccome però, con i loro accettabili limiti, questi adolescenti apparivano tutto sommato abbastanza tranquilli e incanalati nella routine, furbescamente gli sceneggiatori inserirono nella serie il personaggio del “bello e maledetto”, una sorta di James Dean vent’anni dopo, e di Dean l’attore chiamato a interpretarlo aveva anche qualche tratto fisico che poteva ricordarlo. Tutto il resto lo misero gli sceneggiatori.

Che fine ha fatto Luke Perry, il Dylan di Beverly Hills?
Il personaggio si chiamava Dylan McKay e a interpretarlo venne chiamato Luke Perry, classe 1966
, nativo di Mansfield, nello stato americano dell’Ohio.  All’epoca attore di belle speranze, con alle spalle qualche piccola apparizione in soap opera come Destini o Quando si ama.  A notarlo, si dice, fu Tori Spelling, figlia del produttore della serie e anche lei nel cast, attrice di non grande talento che qualcuno ricorderà anche per successivi reality realizzati e interpretati dopo la morte del padre. Comunque, all’epoca Tori era un personaggio potente se non altro perché figlia di Aaron, e non era nemmeno particolarmente attraente, possibile perciò che avesse preso una cotta per il bel ragazzo che, sempre a voler dare retta a quel che si dice, stava dipingendo le strisce penali davanti agli studios dove la serie veniva realizzata.
Così Perry trovò posto in Beverly Hills 90210, all’inizio come personaggio di contorno, lo sbandato di turno tutto eccessi, giubbotti di pelle e poche parole. Naturalmente, paragonato ai bravi ragazzi politicamente corretti che nella serie abbondavano, fece immediatamente innamorare il pubblico che a gran voce lo pretese tra i personaggi principali. Così, ininterrottamente, Perry lavorò nel cast dal 1990 a 1995, poi dal 1998 al 2000. Divenne famosissimo in tutto il mondo, e fece strage di cuori femminili. Se c’era lui da qualche parte, le sue fan erano capaci di bloccare anche la viabilità. In Italia, la sua fama non era da meno, tanto che lavorò in Vacanze di Natale ‘95 con De Sica e  Boldi, interpretando se stesso, mentre una giovanissima Cristiana Capotondi era la fan innamorata che scappava di casa per corrergli dietro. Per fortuna la passione della ragazzina dura poco, e lei passa a interessarsi a Brad Pitt, salvando Perry da guai grossi.
Malgrado però un discreto talento e tanta fama , terminata l’esperienza con Beverly Hills 90210, Luke Perry non riuscì più a rinnovare tanto successo. Interprete di alcuni film di produzione indipendente ebbe anche una parte di rilievo nella serie Buffy, l’ammazza vampiri. È apparso nelle serie tv Oz, Le cose che amo di te e Will & Grace ed è stato protagonista della serie tv Jeremiah. Sotto forma di disegno animato è comparso più volte anche ne I Simpsons come spalla televisiva di Krusty il clown, del quale è il fratello. Sposato  e divorziato da Rachel Minnie Sharp, ha due figli, Jack e Sophie. E’ molto impegnato nella lotta contro l’AIDS.   La sua ultima fatica è The Beat  Beneath My Feet  per la regia di John Williams, del 2014.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...