Novità culinaria che fa impazzire tutti: lasagne di formaggio al profumo di basilico

05 ottobre 2015, Luca Lippi
Novità culinaria che fa impazzire tutti: lasagne di formaggio al profumo di basilico
C’è crisi, e chi governa le cucine da secoli sa bene che in cucina si ricicla ogni cosa. Il lunedì e il martedì sono i giorni in cui si riciclano gli avanzi delle preparazioni più complesse operate la domenica per il classico pranzo del giorno di festa.

Solo una breve riflessione sulla "crisi" e il risparmio in cucina. spesso ci affanniamo per cercare di imbandire la tavola delle feste cercando di risparmiare più che possibile, specie in questo periodo particolarmente complicato per le finanze individuali. In realtà non è nei giorni di festa che si risparmia! Prima di tutto perché non si è abituati a gestire quotidianamebte ingredienti particolari e spesso quantità anomale per servire un numero maggiore di commensali. In secondo luogo, a ridosso dei giorni di festa e soprattutto il sabato (giorno in cui la massa concentra la spesa maggiore per approvvigionare le dispense per la settimana) i mercanti aumentano i prezzi (dinamiche del mercato piuttosto elementari).

Il risparmio si fa tutti i giorni, non comprando l'insalata in busta, o comprando la frutta e la verdura di stagione (molto a buon mercato), piuttosto che sostituire la carne rossa con pollame; si risparmia non andando a cercare riso che cuoce in tre minuti e affettati preconfezionati...insomma basta usare un pò la testa, ricavare un pò di tempo che inevitabilmente si trasforma in denaro. stiamo parlando dell'arte di fare la spesa, argomento cui dedicheremo uno spazio specifico in futuro.

Ieri abbiamo fatto la lasagna alla bolognese, e sicuramente sarà avanzata sfoglia, besciamella e anche del parmigiano. E allora basta aggiungere poche cose per comporre uno sformatino di lasagne che può essere gustoso per concludere il primo giorno della settimana spesso angosciante. Una coccola insomma!

Se avete diversi formaggi già iniziati in frigo potete recuperarli tutti e grattugiarli o sminuzzarli (a seconda della loro consistenza.

Ingredienti indicati: emmental, pecorino, parmigiano e stracchino (ma vanno bene anche altri formagi escluso il gorgonzola che in cottura diventa troppo aggressivo e andrebbe trattato diversamente).

Preprazione: avete imparato ieri come si fa la besciamella, ora vi basta aggiungere alla besciamella avanzata i formaggi grattugiati o sminuzzati e col frustino a fuoco lentissimo e aiutandovi con un goccio di latte farli fondere. Aggiungere a fuoco spento una decina di foglie di basilico.

Mettere sul fondo della teglia, un filo di besciamella, cominciare a stendere la sfoglia fatta bollire un minuto in acqua calda salata e farcire con la besciamella e formaggi fusi i vari strati con una spolverata di pepe nero.

Importante: fate delle rotelline di pasta sfoglia da mettere a macchia di leopardo per non fare unire gli strati di lasagne in cottura a seguito della cottura che inevitabilmente aumenta diluisce la consistenza della farcia di besciamella e formaggi.
Sull’ultimo strato la solita abbondanza di parmigiano per far formare la copertura croccante.

Cottura: preriscaldare il forno a 250 gradi, appena arriva a temperatura infornare la lasagna e portare la temperatura del forno a 180 gradi, lasciare cuocere 20 minuti. Sfornare, far riposare 10 minuti prima di impiattare e anche il lunedì diventa un giorno di festa.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...