Napoli, apre ''Corporea'': museo e viaggio 'interattivo' nel corpo umano

06 marzo 2017 ore 10:23, intelligo
di Stefano Ursi

Si è svolta sabato 4 marzo, presso la Città della Scienza di Napoli, l’inaugurazione di Corporea, il primo museo interattivo d’Italia sul corpo umano, e del Planetario 3D, il più avanzato d’Europa. L’inaugurazione di Corporea, spiega il portale ufficiale, è avvenuta significativamente nel quarto anniversario dell’incendio che devastò il Science Centre, generando un’ondata di commozione in tutta Italia e non solo. Corporea, si legge, è il primo museo interattivo d’Italia sul corpo umano, la prevenzione e la salute e consta di circa 100 exhibit, macroinstallazioni e postazioni interattive; i visitatori, spiega il portale, possono attraverso il percorso museale, attraversare ''la macchina umana in tutta la sua complessità, perdendosi in cavità, riaffiorando su superfici, scorrendo per vie circolatorie e biliari''. Un’esperienza totale che guida il pubblico alla scoperta del corpo umano inteso come sistema olistico, dove cioè non è il corretto funzionamento delle singole parti a garantire quello del tutto, ma l’interazione costruttiva tra esse. Obiettivo di Corporea è infatti ''evidenziare la complessa rete di segnali, di natura elettrica e chimica, che assicurano l’equilibrio dinamico del corpo''. Il percorso di visita (in italiano, inglese e cinese), spiega la descrizione del portale, si snoda attraverso 14 isole tematiche dedicate ai diversi sistemi del corpo, con un’attenzione particolare ai comportamenti che incidono sulla nostra salute: “Il valore della prevenzione” è un tema che attraversa trasversalmente l’intero percorso espositivo.

Napoli, apre ''Corporea'': museo e viaggio 'interattivo' nel corpo umano
Corporea
PASSATO, PRESENTE E FUTURO - Il museo mette poi l'uno accanto all'altro il passato, il presente e il futuro, con reperti archeologici e storici, provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli e dai principali musei campani e una stampante 3D per la realizzazione di alcuni file anatomici e l’esposizione di oggetti totalmente stampati in 3D tra cui protesi, una incubatrice neonatale e alcuni oggetti di uso medicale. Il presidente della Fondazione Idis – Città della Scienza, Vittorio Silvestrini: “L’ineguale distribuzione della ricchezza non è più sostenibile a livello economico e sociale. Oggi evidenti disparità non vengono più tollerate, per questo dobbiamo trovare un’alternativa, facendo in modo che le ricadute delle attività economiche tengano in conto la qualità della vita. Sembra scontato ma, dati i tempi che stiamo vivendo, non lo è”. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha posto l’accento sul lavoro di squadra tra istituzioni: “sono contento non solo per l’inaugurazione ma perché attorno c’è la volontà istituzionale di rilanciare l’intera area. Da soli non si va da nessuna parte, insieme possiamo fare davvero tanto per dimostrare che il Sud è un volano per un’Italia diversa”. Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha sottolineato l’importanza “dell’accelerazione della spesa per concludere quest’opera di grande rilievo. Da Napoli arriva la conferma che qui ci sono gli anticorpi civili contro qualsiasi tentativo di infiltrazione del malaffare. Davvero non avrebbe senso l’apertura di Corporea e del planetario se questo non fosse all’interno di un quadro di investimenti”.

#corporea #napoli #interattivo
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...