Foibe, Di Martino (Blocco studentesco): "Memoria condivisa? Con questa estrema sinistra è impossibile"

10 febbraio 2015 ore 14:12, Adriano Scianca
Foibe, Di Martino (Blocco studentesco): 'Memoria condivisa? Con questa estrema sinistra è impossibile'
"La memoria condivisa? Con questa estrema sinistra è impossibile". Parola di Fabio Di Martino, responsabile nazionale del Blocco Studentesco, l'organizzazione giovanile di CasaPound Italia. Che spiega: "Noi abbiamo lanciato la settimana del ricordo, con eventi in tutta Italia da Lecce a Milano. Purtroppo spesso sono i presidi a creare delle difficoltà alle commemorazioni". Come ha celebrato la Giornata del Ricordo il Blocco Studentesco? «A livello nazionale abbiamo messo in atto varie iniziative, ad Ascoli c'è stato un sit in, volantinaggi sono stati fatti in tutta Italia, da Lecce a Milano. A Roma stamattina abbiamo volantinato fuori da una quindicina di scuole. Inoltre da oggi iniziamo quella che abbiamo definito la “settimana del ricordo”, che prevede, sempre nella capitale, un'autogestione, due conferenze con ospiti esterni in altrettante scuole, altri incontri con i nostri rappresentanti interni, una gita organizzata in un museo della memoria, in Emilia Romagna». Avete avuto, quest'anno o negli altri anni, delle difficoltà nell'organizzare eventi per la Giornata del Ricordo? «Da parte degli studenti c'è grande partecipazione. Sono semmai i presidi che spesso creano dei problemi. Non che possano vietare gli eventi, c'è pur sempre una legge dello Stato che lo prevede, ma quasi sempre quando si invita un ospite esterno a parlare di foibe il suo curriculum viene passato ai raggi X, cosa che non si fa di regola. Si fanno mille controlli in più, sperando di trovare un elemento che possa permettere di creare problemi». Simone Cristicchi, intervistato da IntelligoNews, ha detto: “Mi piacerebbe che un giorno ci fosse una manifestazione in piazza con i ragazzi dei centri sociali insieme a quelli di estrema destra”. Voi come rispondete? «La memoria condivisa oggi è impossibile, soprattutto per colpa di un'estrema sinistra che ogni anno su questo tema fa sit in, contromanifestazioni etc. Inoltre da parte loro c'è da un lato una volontà di minimizzare, di negare, di dire che le foibe non sono mai esistite. Dall'altro, invece, rivendicano ed esaltano apertamente quel massacro».
caricamento in corso...
caricamento in corso...