Ucraina, pronte sanzioni Ue se fallisce Minsk. Intanto Putin tende una mano (sospetta) a Tsipras

11 febbraio 2015 ore 9:56, Lucia Bigozzi
Ucraina, pronte sanzioni Ue se fallisce Minsk. Intanto Putin tende una mano (sospetta) a Tsipras
Ucraina e Grecia. Due dossier sul tavolo di Minsk. Il primo ufficiale, il “duello” tra Mosca e Kiev; il secondo ufficioso ma pur sempre presente. Dossier intrecciati, insomma
. Oggi il vertice nella capitale Bielorussa ha il compito di scongiurare il precipitare della situazione verso il baratro di un conflitto. Putin ci sarà come conferma la nota del Cremlino che smentisce la voci circolate di prima mattina su un possibile forfait russo. Ed è un segnale incoraggiante, così come le parole del ministro russo Lavrov convinto che si stanno compiendo passi significativi nel negoziato. Vedremo stasera come andrà a finire. Per ora resta sul tavolo europeo l’opzione “sanzioni” a Putin in caso di fallimento del vertice a quattro (Putin, Poroschenko, Merkel, Hollande). Uno strumento di pressione, pare di capire, anche se di fronte all’eventualità di una nuova stretta nei confronti della Russia, la Grecia potrebbe giocare un ruolo strategico esercitando il suo diritto di veto. Non a caso Mosca oggi ha fatto sapere – come riportano le agenzie – di essere pronta a sostenere il debito greco che Atene lo chiederà. Ed è facile immaginare che ciò potrebbe accadere di qui a breve se Bruxelles dirà no alle richieste di Tsipras.   LuBi    
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...