Il Califfato mette al bando la religione cattolica e la lingua di Gesù

12 settembre 2014 ore 12:35, intelligo
Il Califfato mette al bando la religione cattolica e la lingua di Gesù
Nel Califfato dell’Isis si fanno le riforme. Sì, ma secondo i dettami dei Jihadisti che ora lanciano la “riforma” della scuola nei territori dell’Iraq sotto il loro controllo.
Risultato: nello Stato Islamico dai programmi scolastici scompare l’ora di religione cristiana, finora obbligatoria nelle classi delle scuole pubbliche con il 25 per cento di alunni cristiani e la possibilità di studiare l’aramaico, la lingua parlata da Gesù. Non solo: i Jihadisti hanno deciso di cambiare i nomi delle scuole cristiane di Mosul. Le scuole di San Tommaso e San Pietro, due istituzioni antichissime che risalgono l'una al 18esimo secolo l'altra ai primi del Novecento, sono state ribattezzate rispettivamente 'La battaglia di Mosul' e 'Il Califfato'. Le novità per l'anno scolastico - scrive il sito della comunità cristiana irachena in Svezia 'Ankawa' - sono state annunciate da alcuni leader dell'Is ai docenti della provincia di Ninive convocati per l'occasione. I nuovi programmi scolastici dovranno necessariamente seguire la sharia, hanno spiegato gli estremisti sunniti.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...