Luxuria ad Arcore, Vattimo: "Operazione da radicali, schiaffo al Pd. Berlusconi non è la destra"

13 ottobre 2014 ore 17:31, Andrea De Angelis
Luxuria a cena da Berlusconi? L'occasione per interrogarsi sulla situazione della politica italiana, tra destra, sinistra e radicali. E poi: relativismo etico e berlusconismo sono andati a braccetto? IntelligoNews ne ha parlato con il filosofo Gianni Vattimo...  
Luxuria ad Arcore, Vattimo: 'Operazione da radicali, schiaffo al Pd. Berlusconi non è la destra'
Il Berlusconi delle olgettine riceverà questa sera a cena Luxuria: qual è il significato politico di questo incontro? «Credo che questa notizia metta soprattutto in luce i problemi della sinistra italiana: non credo che Berlusconi rappresenti un'alternativa valida al Governo di Renzi. L'idea che Luxuria possa parlare con lui indica uno sforzo di mostrare i limiti della sinistra politica italiana, cioè quella che si continua a credere tale ma non si sa o meno se lo è, cioè il Pd. Questo è uno schiaffo al Partito Democratico, anche se Berlusconi ne è alleato...».  Aveva ragione chi scriveva in tempi non sospetti di come Berlusconi stesse svuotando la destra italiana? «Il problema è capire se è mai stato un cultore dei valori della destra o piuttosto di se stesso e dei propri interessi. Si è appoggiato a destra perché era la cosa più ovvia da fare, non mi sembra possibile considerarlo il paladino di valori come la famiglia. Lo stesso liberalismo economico lo ha trattato quando non poteva mettere le mani sul dirigismo, allora è stato liberale. Per quanto lo riguarda Berlusconi non sta cambiando niente».  Allora perché fa questa apertura? «Per il bisogno di stuzzicare i suoi pseudo alleati del centrosinistra, per farsi sentire in qualche modo...».  Possiamo dire che relativismo etico e berlusconismo sono andati a braccetto condizionando la cultura del Paese? «Parlare di relativismo etico mi sembra voler fare un complimento eccessivo a Berlusconi (ride). In qualche modo sembra un relativismo, ma non credo che questo personaggio abbia una simile dignità, in fondo il relativismo ha una sua posizione ideale, cosa che Berlusconi non ha mai avuto».  Che tipo di mossa è quella di Luxuria? «La definirei di tipo radicale tradizionale, cioè per ottenere un certo scopo vado anche a cena con Berlusconi. Spesso i radicali lo hanno fatto in passato, basti pensare al divorzio...».  Rivede lo spirito del '68 su certi temi e come giudica gli attori di oggi rispetto a quelli di allora? «Credo che il '68 ormai c'entra pochissimo con questo. Certamente sarebbe bello se ci fossero degli eredi, ma purtroppo non ne vedo tanti in giro. Non credo che politicamente questa cena serva a niente. Spero che sia una buona cena, auguro a Luxuria di mangiare bene».   
caricamento in corso...
caricamento in corso...