Sottanelli (Sc): “Da Casini a Caorle mi aspetto parole di gratitudine per Monti. Se l’Italia perde credibilità pagheremo più caro il debito pubblico”

13 settembre 2013 ore 16:37, Lucia Bigozzi
Sottanelli (Sc): “Da Casini a Caorle mi aspetto parole di gratitudine per Monti. Se l’Italia perde credibilità pagheremo più caro il debito pubblico”
Dossier politici. “Uno dei nostri compiti è portare il lume della ragione tra i due soci di maggioranza che continuano a litigare danneggiando il paese”. Temi economici. “L’instabilità politica mette a rischio la credibilità. Se perdiamo credibilità, pagheremo più interessi sulla montagna di debito pubblico”.
Il debutto di Scelta Civica sul territorio è la tre-giorni che da oggi a domenica animerà Caorle (Venezia) ma, c’è da ritenere, anche il dibattito politico nazionale. C’è attesa per l’intervento del leader Mario Monti e del premier Enrico Letta: dalle fibrillazioni della politica alle cose da fare per rilanciare l’economia, vero leit motiv dell’azione dei montiani nel governo delle larghe intese. Giulio Cesare Sottanelli, imprenditore e parlamentare montiano nell’intervista a Intelligonews non risparmia stoccate ai soci di maggioranza. Con un messaggio anche per Casini… Onorevole Sottanelli con quale spirito affronta la kermesse di Scelta Civica che dopo la struttura a livello nazionale e territoriale fatto apre la “fase2”? «E’ un momento di confronto importante e necessario al nostro interno e di incontro con gli amici e i simpatizzanti del nostro movimento. Servirà a delineare le strategie del futuro e ad approfondire le linee programmatiche che intendiamo portare avanti e che caratterizzano la nostra azione riformatrice». Scelta Civica sta convintamente nel governo delle larghe intese eppure deve in qualche modo “gestire” le fibrillazioni di Pd e Pdl. In che modo “gestite” i due soci di maggioranza? «Uno dei nostri compiti è portare il lume della ragione tra i due soci di maggioranza. Purtroppo non è facile perché abbiamo a che fare con comportamenti che sono il retaggio di venti anni di contrapposizione frontale e ideologica che hanno arrecato danni all’Italia e agli italiani. Da un lato abbiamo un Pd perennemente in lite tra le componenti interne, unito solo nella “guerra” a Berlusconi. Dall’altro, abbiamo un Pdl che da 22 anni rincorre i problemi del suo leader. Tutto questo, seppure in forma più attenuata, lo riscontriamo anche in questi mesi di governo delle larghe intese. Noi di Scelta Civica siamo convinti che i problemi degli italiani debbano andare oltre i congressi del Pd e oltre i problemi di Berlusconi. Speriamo che Dio ci sia la forza di farli ragionare perché qui è in ballo il futuro del Paese». Il premier Letta dice che l’instabilità politica costerà al Paese 1,5 miliardi di interessi. Da imprenditore e parlamentare qual è la sua valutazione. «Sottoscrivo la preoccupazione di Letta e il suo richiamo alle forze responsabili. Purtroppo l’instabilità politica è la fotografia della seconda Repubblica che ha portato a debito pubblico gigantesco e agli effetti dello spread. Il sistema economico mondiale che sostiene una parte importante del nostro debito pubblico vuole che in Italia anziché litigare si pensi a risolvere i problemi strutturali. Formulo lo stesso concetto in piccolo…». Faccia un esempio. «Se il direttore di una banca che ha un’azienda affidata, cioè alla quale ha fatto credito, vede i due proprietari che dalla mattina alla sera litigano, quale affidabilità avrà di quell’azienda. E’ un concetto semplice che vale anche per ciò che stiamo vivendo a livello nazionale». Quindi il rischio vero è la perdita di credibilità? «Invito a riflettere sul punto: il rischio di perdere credibilità nei confronti degli investitori mondiali significa pagare un tasso di interesse più alto rispetto alla montagna di debito che già abbiamo; significa pregiudicare il futuro dei giovani». A proposito di giovani lei in Commissione Finanze ha presentato un emendamento ad hoc sull’Imu. In dettaglio di cosa si tratta? «Insieme ai colleghi di Scelta Civica Zanetti e Sberna, ho presentato un emendamento per chiedere di parametrare la seconda casa data in comodato d’uso gratuito a un figlio che va a vivere da solo o si sposa. L’obiettivo è esentarla dal pagamento dell’Imu. In altre parole chiediamo di estendere i benefici della prima casa a questa tipologia specifica». Sia più chiaro: anche qui serve un esempio. «Un padre che ha un secondo appartamento lo dà al figlio in comodato d’uso gratuito per evitare che quest’ultimo paghi l’Imu perché si tratta di prima casa». Quanto costa? «Trentasette milioni di euro che 850 miliardi di spesa pubblica sono ben poca cosa. Si possono tagliare gli sprechi e mettere in atto un’iniziativa a nostro giudizio doverosa, un sostegno concreto ai giovani». Il problema sono le coperture, che già vanno trovate per cancellare la seconda rata dell’Imu. Come la mettete? «Quando si arriverà alla cancellazione definitiva dell’imposta il governo deve prevedere di estenderla anche alla seconda casa data in comodato d’uso gratuito ai figli». Scelta Civica e Udc. Feste separate da separati in casa? «Scelta Civica è nata per dare una risposta riformatrice ai bisogni del paese, ha un profilo pragmatico e calibrato sulle cose da fare. Con l’Udc c’è un percorso avviato sul quale stiamo ragionando. Un fatto è certo: Scelta Civica è e resta il movimento riformatore, liberale, democratico: se gli esponenti dell’Udc vogliono aderire, ne prendiamo atto». Casini ha annunciato che sarà a Caorle. Cosa si aspetta dal suo intervento? «Mi aspetto parole di gratitudine verso Monti che dopo aver risollevato le sorti del paese dai guasti del bipolarismo muscolare, aver riportato la credibilità dell’Italia in Europa e nel mondo, aver rimesso in ordine i conti pubblici, ha deciso di proseguire il suo impegno in un progetto politico destinato a rimettere in moto il paese dopo decenni di immobilismo. Da Casini mi aspetto che parta da questi dati oggettivi per rilanciare un impegno indirizzato verso un unico obiettivo. Altre e diverse destinazioni, a noi non interessano».
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...