Carlà, la "berlusconiana" di sinistra che piace a sinistra

14 febbraio 2013 ore 11:44, Marta Moriconi
Carlà, la 'berlusconiana' di sinistra che piace a sinistra
Carlà, si sa, fa rima con cantà. E così al Festival di Sanremo non poteva mancare un suo intervento canoro. Con Fazio incantato e una Littizzetto delicata q.b.
@GiuCruciani il conduttore de La Zanzara si chiedeva giorni fa: “Cosa farà Fazio davanti Carla Bruni, simpatizzante di ex terroristi rifugiati in Francia?”. Nulla. Ma su Twitter non è andata proprio così. In molti hanno privilegiato il nomignolo “amica di Battisti”. Non di Lucio, ma di Cesare. E via con un fiume di polemiche. Non raccolte dai due conduttori di Sanremo. Apprezzata perché non berlusconiana? Analizziamo se è vero. #BOTOX. Partiamo dal fatto che la signora Sarkozy fa parte di quella schiera di donne del mondo dello spettacolo che non è venuta meno al comandamento del ritocco estetico. Eravamo a marzo del 2010 quando iniziarono a circolare foto dell’antiestetico intervento sul volto dell’allora premiere dame. Insieme in fondo ad una qualsiasi Nicole Minetti, in questa scelta del tutto legittima. Insieme a Daniela Santanchè, ma anche insieme a Lilli Gruber. Infatti, a parte voli pindarici ideologici atti a coprire delle somiglianze ormai non evitabili, Fazio e Lucianina ieri hanno dato vita allo show dell’ovvio e ad una salvezza mediatica che meritano solo alcuni. La Bruni è una di quelle. Quale il merito? Professarsi di sinistra. #GNOCCA «Grande Gnocca» appunto l’ha definita la Littizzetto. Ma non basta. Continuano battute infelici alla Berlusconi. Va detto: se le avesse fatte il Cav., sarebbe finito alla gogna. «Avete mangiato le stesse cose, bevuto la stessa acqua e perché te sei così e lei no?» ha sottolineato indelicatamente Fazio riferendosi a Luciana piemontese anche lei. Una domanda sul caso Battisti? Non pervenuta. #MODELLA “FEMME FATALE”. Carlà, volente o nolente, impersona la donna bella, sposata ad una persona di potere (quale è stato l’ex presidente francese Sarkozy), ricca pure dalla nascita. Non è mai stata una monogama, come quelle donne tutte d’un pezzo che piacciono tanto a sinistra. Anzi, una biografia (naturalmente non autorizzata) di Carla Bruni di Besma Lahouri, ex giornalista dell’Express, ha definito la Premiere dame una ragazza ambiziosa, forte, capace di presentare i suoi ex al Presidente. Insomma non tanto diversa da quel modello femminile “di destra” che viene tanto criticato a sinistra. #FOTONUDA E’ stata una modella, bella, che non ha rinunciato a fare del suo corpo non solo uno strumento di seduzione, ma anche “commerciale”, e legittimamente per carità. Ce la ricordiamo tutti sfilare quasi nuda per Vivienne Westwood, coperta nelle zone intime solo da un triangolo di pelliccia. Peccato che si faccia differenza tra sfilate e modelle sfilanti. Peccato che una certa sinistra “perdoni” qualcuna e “condanni” qualcun'altra. #SPOSATACONUOMODIDESTRA E che dire del fatto che pur essendo sposata con Nicolas Sarkozy, ex presidente francese gollista e quindi di destra, questa per lei non sia una colpa? Insomma una donna lontana anni luce dal modello Nilde, più vicina forse a Nicole. Ossessionata dalle rughe e dalla perfezione, che non vuole invecchiare, femme fatale e molto concentrata sull’apparenza. Ma comunque di sinistra. Lo dice lei.
caricamento in corso...
caricamento in corso...