Pet Therapy: i cani salvano la vita. La storia di Bubba e la nuova iniziativa di Fidalo

17 ottobre 2014 ore 10:06, Orietta Giorgio
Pet Therapy: i cani salvano la vita. La storia di Bubba e la nuova iniziativa di Fidalo
Un cane "medico"? E'scientificamente concesso grazie ad una terapia basata sull’interazione uomo-animale (terapia che affianca la terapia tradizionale)
. Di che cosa si tratta? Parliamo della Pet Therapy:  il primo a parlarne fu lo psichiatra Boris Levinson (introduce la Pet Therapy nel 1960 sperimentandola con i suoi pazienti), il medico nota come alcuni soggetti, a contatto con gli animali, diventassero più sereni e meno depressi. Sono innumerevoli gli episodi nei quali i malati ricevono vera e propria “assistenza” affettiva dagli animali,  la storia più recente, che sta facendo il giro del mondo, riguarda James Wathern, un uomo anziano e malato, ricoverato nell’ospedale Baptist Health Corbin in Kentucky (Stati Uniti). L’uomo aveva smesso di mangiare e si stava lasciando andare, il suo unico desiderio era quello di poter rivedere il proprio cane, un Chihuahua di nome Bubba. I cani non potrebbero entrare nella struttura ospedaliera ma, grazie ad un’eccezione, James ha potuto rivedere il suo cucciolo. I medici hanno potuto appurare che, dopo l’incontro con il proprio cane, il paziente ha mostrato significativi miglioramenti fisici e comportamentali, dopo questo episodio i medici della struttura ospedaliera hanno deciso di cambiare le regole e di permettere le visite
Pet Therapy: i cani salvano la vita. La storia di Bubba e la nuova iniziativa di Fidalo
anche agli animali domestici. Veri e propri toccasana senza controindicazioni. In Italia, una delle novità, riguarda la campagna sostenuta da Fidalo (Idee in movimento , piattaforma web di crowdfunding, crowdsourcing e servizi rivolta ad associazioni, startup, aziende in cerca di finanziamenti per progetti o sviluppo di idee) per O.B.M. Onlus - Ospedale dei Bambini Milano - Buzzi nella raccolta fondi "Un cane per Amico" per l’attività di Pet Therapy dell’anno 2015. Il crowdfunding permette la raccolta di fondi tramite tante piccole donazioni, la somma raccolta permetterà di finanziare la pet therapy per il prossimo anno. (www.fidalo.eu) Sul sito troviamo una chiara spiegazione dell'importanza della Pet Therapy:“I bambini ricoverati in ospedale, soffrono spesso di depressione, con disturbi del comportamento, del sonno, dell'appetito e dell'enuresi dovuti ai sentimenti di ansia, paura, noia e dolore determinati dalle loro condizioni di salute, e dal fatto di essere costretti al ricovero, lontani dai loro amici, dalla loro casa, dalle loro abitudini. L’esperienza dimostra che la gioia e la curiosità manifestate dai piccoli pazienti durante gli incontri con l'animale consentono di alleviare i sentimenti di disagio dovuti alla degenza, tanto da rendere più sereno il loro approccio con le terapie e con il personale sanitario”.

 

 
caricamento in corso...
caricamento in corso...