Corsaro (FdI): “Mogherini? Disastro Renzi, ha reso inutile metà del semestre di presidenza italiano”

18 luglio 2014 ore 11:55, Andrea Barcariol
“L’Italia in Europa continua a non contare nulla e il rifiuto della Mogherini avrà ripercu
Corsaro (FdI): “Mogherini? Disastro Renzi, ha reso inutile metà del semestre di presidenza italiano”
ssioni anche sul semestre italiano”. Ha le idee chiare il deputato di Fratelli d’Italia - Alleanza Nazionale Massimo Corsaro, intervistato da IntelligoNews. Vicenda Mogherini emblematica dello scarso peso dell’Italia in Europa? «La valutazione va fatta sull’atteggiamento di totale sudditanza dell’Italia in Europa, nonostante le parole roboanti di Renzi che aveva detto che le condizioni sarebbero cambiate, sfruttando anche il semestre di presidenza. Quelli invece si sono nominati Juncker e ci hanno risposto picche anche sulla Mogherini. Soprattutto l’Italia non è stata ascoltata sull’aspetto più importante: rivedere i tempi di applicazione dei trattati economici in relazione alla necessità di fare degli investimenti e di attuare delle riforme. Anche qui la Germania ha subito chiuso tutte le porte, il che vuol dire che ancora una volta c’è qualcuno in Europa fa la voce grossa e noi, anche con Renzi, siamo totalmente soggiogati. Questo significa non aspettarsi nessuna modifica perché la gestione continua a essere nelle mani di un potentato economico, oligarchico e massonico. I vantaggi sono solo per le banche». Questa è un’accusa che muovete anche al governo Renzi. «Certamente. Penso alle agevolazioni finanziarie e l’obbligo di utilizzare il bancomat o al provvedimento, votato la scorsa settimana, che agevola le banche nella sottrazione del patrimonio immobiliare alle famiglie». Dietro al no alla Mogherini ci può essere Enrico Letta? «Non credo che la scarsa incidenza del peso italiano dipenda dalle guerriglie interne al Pd, penso proprio che ci sia un’assoluta indifferenza di chi comanda in Europa rispetto alle nostre richieste». Alla fine Renzi riuscirà a imporre la Mogherini? «Non so se si sia impuntato sulla Mogherini dico che intanto Juncker è stato votato. Non conosco la Mogherini e comunque non credo che questo ruolo sia particolarmente importante nello scenario europeo. Comunque questa è stata la richiesta e non si capisce perché, all’inizio del semestre italiano, non sia stata presa in considerazione. Si tratta di uno smacco per l’Italia e rischia di vanificare una parte del nostro semestre di presidenza che non avrà da contraltare la commissione che decide. Chi presiede, quindi, presiede il nulla». Juncker è un ostacolo per il cambiamento? «Juncker è la scelta della conservazione, di quelle oligarchie finanziarie e bancarie che hanno gestito l’Europa a loro piacimento e hanno messo il loro uomo per controllare che nulla cambi».
caricamento in corso...
caricamento in corso...