Rubygate, Malan (Fi): “Sentenza giusta, ma l’ultimo governo votato dagli italiani è caduto su questa inchiesta”

18 luglio 2014 ore 16:21, Lucia Bigozzi
Rubygate, Malan (Fi): “Sentenza giusta, ma l’ultimo governo votato dagli italiani è caduto su questa inchiesta”
“Sentenza giusta ma il governo Berlusconi, l’ultimo votato dagli italiani, è stato fatto cadere su questo, cioè sul niente”. Così Lucio Malan, senatore di Fi, commenta a caldo l’assoluzione di Berlusconi e spiega a Intelligonews gli effetti sul piano politico, nel rapporto con Renzi e dentro Fi…
Senatore Malan, come commenta l’assoluzione di Berlusconi? «E’ una sentenza giusta: non c’è la prova, non c’è il reato, non ci deve essere la condanna, ma nel frattempo, l’ultimo governo votato dagli italiani è stato fatto fuori basando l’operazione soprattutto su questa inchiesta. Lo stesso attacco internazionale nei confronti di Berlusconi di cui hanno parlato Geithner e Zapatero insieme ad altri, faceva leva sullo scandalo di centinaia di intercettazioni pubblicate. Oggi viene ufficializzato che non c’è niente, non esiste. Il danno non è stato fatto solo a Berlusconi e Forza Italia ma a tutto il paese». Quali effetti sul piano politica potrà avere la sentenza? «Direttamente nessuno perché le posizioni assunte erano indipendenti dall’esito di questo processo. Naturalmente questa assoluzione vede certamente unanimi tutti all’interno di Fi e credo in generale nell’ambito del centrodestra». Insisto: Berlusconi potrà esercitare un ‘peso’ maggiore nel confronto con Renzi sulle riforme, penso al tema del presidenzialismo che vi sta particolarmente a cuore. «Diciamo che abbiamo più serenità di prima grazie a questo fatto che dovrebbe essere normale ma finchè non accade non è scontato. Noi proseguiamo nel nostro percorso, cioè fare le riforme che servono agli italiani e non in vista della convenienza presunta e passeggera di un partito e di una persona». La buona notizia che attendevate riuscirà a rimarginare lo strappo al Senato tra frondisti e maggioranza del partito alla vigilia del voto in Aula oppure ci sarà un redde rationem? «Mi auguro in generale che ci sia la massima coesione possibile nel centrodestra, fuori e dentro Fi. Una maggiore serenità potrà aiutare. Va detto che direttamente non vedo cambiamenti; spero nella buona volontà e nella capacità di dialogo e di sintesi nel riferimento alla leadership di Berlusconi possano dare i risultati in cui speriamo». Dica la verità: comanda Berlusconi al tavolo delle riforme con Renzi come sostengono i grillini? «Magari comandasse Berlusconi…».
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...