Ora gli animalisti sperano in Felipe VI

19 giugno 2014 ore 12:31, Orietta Giorgio
Ora gli animalisti sperano in Felipe VI
Felipe VI è il nuovo re di Spagna, è in arrivo un’epoca nuova. La fede nella società spagnola sarà il punto di partenza per questo re emozionato ed entusiasta. E la Spagna avrà fede in lui, avrà speranza nei propositi e nelle sue parole “Dovrà essere il secolo dell’ambiente”. Lo sarà anche per gli animali quindi? Juan Carlos aveva scatenato polemiche da parte di chi per gli animali combatte strenuamente. Amava cacciare e la foto che lo ritraeva insieme ad un elefante ucciso durante una battuta di caccia in Botswana  aveva fatto il giro dei media generando indignazione. Enpa Italia però investe nel nuovo re: «Ci auguriamo con tutto il cuore che prenda una posizione finalizzata a cambiare il modo in cui il randagismo viene gestito nel suo Paese. E che si esprima anche sull'intollerabile violenza perpetrata ai danni dei tori all'interno delle corride, seguendo così l'esempio di chi proprio in Spagna ha avuto il coraggio e la determinazione di fermarle. Questi sarebbero dei meravigliosi segnali di rottura con il passato; la conferma che a Madrid per gli animali è iniziato un nuovo corso». Per non parlare delle famigerate Perreras (canili) dove i cani ospitati vengono uccisi barbaramente dopo poco tempo dal loro ingresso. E’ da molto che gli animalisti spagnoli attendono nuove leggi in merito, magari Felipe potrebbe esprimersi per un cambiamento in questo senso.
caricamento in corso...
caricamento in corso...