Pd, tra giovani turchi e vecchi elefanti. Si cerca un coniglio dal cilindro

19 marzo 2013 ore 13:19, intelligo
Pd, tra giovani turchi e vecchi elefanti. Si cerca un coniglio dal cilindro
Dopo il Pdl anche il Pd stringe i tempi per i capigruppo e riunisce le assemblee dei parlamentari alle 13 e 30 al Senato e alle 15 e 30 alla Camera. Dario Franceschini e Anna Finocchiaro ribadiscono la volontà di  voler cedere la mano. E così a Via del Nazareno si cerca disperatamente di estrarre un coniglio dal cilindro per poter imbracciare nuovamente la bandiera del rinnovamento. Se, però, il clima a Palazzo Madama appare più sereno, a Montecitorio lo scontro è piuttosto tagliente. Ci sono i Giovani turchi in prima linea e galvanizzata dalla nomina di Boldrini e Grasso, a loro ascrivibile. Ma anche i renziani spingono per il rinnovamento. Il nome più accreditato sembrerebbe essere quello di uno dei volti più gettonati del Pd nelle ultime apparizioni televisive: quello della lettiana Paola De Micheli. Nomi alternativi quelli di  Andrea Orlando, Francesco Boccia, Emanuele FianoMarina Sereni. I renziani potrebbero offrire la disponibilità di  Matteo Richetti. Al Senato, invece, il fattore anagrafico sembra mento preponderante e si profila un derby tra il vicecapogruppo uscente  Luigi Zanda  e  Felice Casson  (anche se dopo Grasso difficile venga eletto un altro magistrato). Altri possibili nomi sono quelli di  Giorgio Tonini  e del braccio destro del segretario,  Maurizio Migliavacca.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...