Sei bella, bona, possibilmente italiana: ti dò lavoro. I numeri parlano chiaro

19 settembre 2013 ore 16:58, intelligo
di Giuseppe Tetto
Sei bella, bona, possibilmente italiana: ti dò lavoro. I numeri parlano chiaro
Avviso alle donne: sei attraente? Affascinante? Bene, il mondo del lavoro ti spalanca le porte. E non è il solito luogo comune alimentato dagli atteggiamenti pecorecci dei datori di lavoro, che mette al bando la meritocrazia, ma è  un dato di fatto, stavolta certificato dal mondo accademico. I numeri parlano chiaro. Secondo uno studio dell’Università di Messina, infatti, le donne attraenti hanno il 54% di succeso ad un colloquio di lavoro contro un misero 7% delle meno belle. Per effettuare questa sconsolante scoperta, i ricercatori hanno inviato 11.000 falsi curriculum per 1452 posti, su e giù per l'Italia. Le foto, il genere e i nomi dei candidati erano differenti, le competenze e le qualifiche rigorosamente identiche. In media, i curricula hanno ottenuto il 30% di risposte favorevoli, tra questi le donne belle avevano il 54% di possibilità di essere richiamate, mentre gli uomini attraenti il 47%. I candidati meno affascinanti erano fortemente penalizzati, con il 26% di probabilità per gli uomini e il 7% per le donne. Ma la discriminazione non si è fermata solo al dato estetico. Sono stati valutati più favorevolmente i curriculum di italiani rispetto a quelli degli stranieri. Uno studio, quindi, che lascia l’amaro in bocca, soprattutto per come i ricercatori concludo la loro analisi: "… Conviene più investire in una operazione di chirurgia estetica piuttosto che negli studi…". Andiamo bene…
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...