Borse che salgono con poca volatilità. Ma nulla è a caso...

02 agosto 2014 ore 10:38, intelligo
Borse che salgono con poca volatilità. Ma nulla è a caso...
di Luca Lippi Conoscete la novella di Calandrino e l’elitropia? Per chi non abbia avuto ancora il tempo di sollazzarsi con letture “classiche” proponiamo una rivisitazione contemporanea, dove fatti e personaggi sono realmente esistenti. Le Borse salgono con bassa volatilità (la volatilità in Economia è la variazione del rendimento di un titolo mobiliare in riferimento al Mercato nel quale è scambiato), e siccome in economia nulla succede per caso, la bassa volatilità che registra attualmente il Mercato prima o poi dovrà essere compensata con un movimento contrario. Poiché in Economia quando si parla di compensare “movimenti”, s’intende dire riscuotere o pagare, ovvio che stiamo dicendo chiaramente che presto tutto questo dovrà essere pagato. I finanzieri da tastiera staranno chiedendosi quando accadrà tutto questo, e la risposta è che accadrà molto presto, e accadrà non appena la FED prenderà la decisione di cambiare strategia. Spieghiamo meglio. Chi ha diminuito la volatilità è stata la Fed, esattamente intervenendo sul Mercato particolarmente per condizionare il mercato del Debito Pubblico (titoli rappresentativi il Debito pubblico). Il sostegno operato dalla Fed presto dovrà essere compensato con un movimento contrario, e sarà anche piuttosto brusco. La Fed non può continuare a sostenere questa volatilità, dopo avere quintuplicato il suo bilancio inglobando ogni forma di valore mobiliare ormai ha lo “stomaco” gonfio a dismisura, e per non esplodere deve necessariamente rimettere sul mercato tutto il “tossico” che ha accumulato (certo non si tiene la spazzatura), ed è esattamente in questo momento che la bolla si sgonfierà procurando una vera e propria turbolenza. Gli indicatori non prevedono scossoni allarmanti, una correzione del 15% sul Mercato statunitense è più che probabile ma non più di questo. Quanto successo nel 2000 e poi nel 2008 non crediamo sia più verificabile, tuttavia mettersi al riparo, non sarebbe una cattiva strategia. Se poi volete proseguire ascoltando i guru della finanza a catena, che prevedono il movimento di salita dei Mercati ancora a lungo, allora è giunto il momento di leggere il Decameron.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...