Partita della Pace, la via crucis di Maradona in campo da miracolato del fisco

02 settembre 2014 ore 11:42, Marta Moriconi
Partita della Pace, la via crucis di Maradona in campo da miracolato del fisco
Vecchie glorie. E' proprio il caso di dirlo. E affaticate, ma con il sorriso.
Ieri in campo all'Olimpico di Roma su invito del Santo Padre ce l'hanno messa tutta ad apparire al meglio... ma non ce l'hanno fatta.  A parte le parole di apprezzamento che vengono dal cuore e dalle emozioni che sono stati capaci di regalare grazie ai ricordi che sanno scatenare, lo spettacolo è stato triste. Maradona, che ha regalato una maglia autografata al Pontefice ha detto: "Vogliamo far terminare il calvario che vediamo ogni giorno in tv". Più che altro il calvario è stato percorso dagli ex campioni. Bene la beneficienza, ma quando il grottesco si mischia alla performance, beh, gli occhi si abbassano e gli sguardi si fanno pietosi. Perplessità e polemiche poi, Papa permettendo, le ha scatenato proprio lui, el bipe de oro accolto come un eroe, con tanto di scorta assegnata, che secondo il gruppo M5S capitolino "deve ancora alcune decine di milioni di euro ai cittadini italiani. Un cittadino "normale", per cifre molto inferiori, non sarebbe certo accolto in questa maniera dalla forze dell'ordine". E chissà che un Papa che si è scagliato tanto contro i corrotti, una parolina all'orecchio non gliel'abbia detta su questa storia. Lo speriamo davvero. Anche perché non può bastare essere tra i giocatori più forti di sempre per legittimare comportamenti ed atti contrari alla legge. O no?
caricamento in corso...
caricamento in corso...