Crisi, i funzionari di Polizia danno l'esempio: niente buffet di fine anno. Segnale per Alfano?

20 dicembre 2013 ore 15:07, intelligo
Crisi, i funzionari di Polizia danno l'esempio: niente buffet di fine anno. Segnale per Alfano?
Solo pochi giorni fa i ‘forconi’ in piazza e nei presidi organizzati da Nord a Sud, a gridare il dolore della gente che non ce la fa più, strangolata dalla crisi e dalle tasse. Non sullo stesso piano e non con le stesse forme, ma un segnale analogo, di sobrietà e presa d’atto che il momento è quello che è e che non c’è tanto da scialacquare, arriva dai militari e dai poliziotti. Un segnale per Alfano? Tant’è.
La notizia: i funzionari di Polizia annunciano che diserteranno i “buffet di Palazzo organizzati nelle varie province italiane dai Prefetti nella loro funzione di rappresentanti del Governo”. Protesta analoga a quella già attuata nei giorni scorsi dai delegati del ruolo sergenti e brigadieri del Cocer Interforze, che non hanno partecipato alla cerimonia di scambio di auguri con il Capo di Stato Maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli. Il segretario nazionale dell’Associazione Funzionari di Polizia, Lorena La Spina, spiega: “Pur aderendo al doveroso scambio di auguri che avverrà in forme e tempi diversi, i funzionari che ricoprono cariche provinciali e regionali dell'Associazione non saranno presenti al tradizionale ricevimento, che considerano inopportuno in un periodo come quello attuale”. Nessun intento polemico ma “ci sembra un gesto di solidarietà verso chi sta patendo un disagio forte”. Insomma una sollecitazione alla sobrietà “che si addice al momento di difficoltà che stiamo vivendo”. Un esempio per la politica e i politici di Palazzo: sarebbe un bel gesto avere la stessa notizia da parte loro...
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...