Armeni (Fi): "Noi l'unica alternativa agli euro-demolitori di Grillo e all'europeismo a tutti i costi di Renzi"

22 maggio 2014 ore 10:17, Marta Moriconi
Armeni (Fi): 'Noi l'unica alternativa agli euro-demolitori di Grillo e all'europeismo a tutti i costi di Renzi'
“Noi l’unica alternativa agli euro-demolitori di Grillo o all'europeismo a tutti i costi di Renzi”. E’ tutto racchiuso in questa frase il messaggio di Fabio Armeni, candidato forzista per le Europee del 25 maggio. Per Armeni l’ex Cavaliere “rimonterà” in sella anche perché è “l’unico come al solito che si sta spendendo per il bene del popolo dei moderati e dell'intero Paese”. Per questo si dice tranquillo e crede nella rimonta, alla faccia della Merkel al cui strapotere bisogna smettere di chinare la testa. Ma se è vero che l’Europa va cambiata, è anche vero che “è troppo preziosa l’appartenenza europea” e sottovalutarne il valore sarebbe un errore. Forza Italia in Europa, ma quale Europa?Decisamente in un'Europa diversa rispetto all'istituzione che negli ultimi anni, nostro malgrado, abbiamo conosciuto. Quest'Europa formato-finanza che ha “ucciso” il suo popolo e che è una fonte di problemi e non di soluzioni, non ci piace più. Le istituzioni funzionano male, il Consiglio è ridondante, il Presidente è debole, il Parlamento Ue è poco conosciuto, non esiste una politica estera comune né un'unione fiscale, politica ed economica. L'Europa così com'è oggi è distante dai suoi cittadini. Tuttavia è troppo importante per noi l'appartenenza europea, è troppo preziosa. Siamo un Paese sovrano, uno dei sei fondatori dell'Unione, e non possiamo permetterci di essere messi nell'angolo e di essere emarginati dall'asse franco-tedesco. Non vogliamo andarcene, dunque, perché sarebbe inutile e controproducente. Al contrario vogliamo continuare a lottare e a battere i pugni sui tavoli di Bruxelles per ottenere un'Unione reale e credibile”. Per chi la voterà: quali battaglie vuole portare in Europa? “Mi batterò subito sulla revisione della politica monetaria e sulle riforme fiscali, che vanno attuate immediatamente: è necessario rivedere tutti i Trattati – Maastricht, il Fiscal Compact, Basilea – e sforare l'illogico parametro del 3% deficit/pil che non ha più ragione di esistere. I piani di austerity e di rigore, in democrazia, non possono essere sostenuti per troppo tempo, rischiano di uccidere i popoli. Noi non siamo euroscettici (il mio slogan, infatti è proprio questo: “non siamo euroscettici, ma europropositivi”) e vogliamo continuare a stare nella moneta unica poiché i vantaggi dell'uscita sarebbero illusori. Tutto questo, però, a condizione che la Bce acquisisca gli stessi poteri della Fed americana, che possa stampare moneta al fine di evitare le impennate inflazionistiche e le crisi globali, e che sia in grado di aiutare le famiglie in difficoltà e non solo le banche. E poi, proprio come recita lo slogan del partito, vogliamo 'Più Italia in Europa': dobbiamo riscattare il nostro Paese a Bruxelles affermandone il ruolo fondamentale, vogliamo far recuperare alla nostra Nazione dignità, autorevolezza e sovranità. L'Italia deve cambiare profondamente le sue radici poiché finora ha giocato sempre al “ribasso” accontentandosi e chinando il capo dinanzi allo strapotere della Merkel”. Quanto è importante il nome Berlusconi sul simbolo? “Quello di Berlusconi è un brand vincente: è innegabile. Anche perché il Presidente, nonostante tutti gli impedimenti giudiziari, come al solito si sta spendendo per il bene del popolo dei moderati e dell'intero Paese, facendo campagna elettorale (per quel che gli è possibile) tra la gente e vicino ai suoi candidati. Questo è un atteggiamento molto apprezzato dalla società di oggi, soprattutto viste le vicissitudini politiche degli ultimi mesi che hanno portato, uno dopo l'altro, governi non eletti dal popolo”. Forza Italia a quanto vuole arrivare? “Forza Italia punta al massimo. E, come ha ribadito anche il presidente Berlusconi, siamo sicuri che sforeremo il 25%. C'è un rinnovato clima di speranza, esattamente come quello che nel 1994 determinò il successo di Forza Italia, e che piano piano si sta facendo sempre più forte e incisivo tra la gente. Forza Italia non è una meteora che nasce dalla protesta come, il Movimento 5 Stelle. Forza Italia è l’unica vera alternativa agli euro-demolitori di Grillo o all'europeismo a tutti i costi di Renzi. Ed è l’unica vera alternativa per chi sogna un progetto liberale che ponga un argine ad una certa forma di Stato invasivo e tassatore che distribuisce povertà. Io credo nella rimonta”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...