Zan (Sel): «A Mauro dico: intollerabile l'acquisto degli F35 mentre il Paese è in ginocchio»

22 ottobre 2013 ore 16:31, intelligo
Zan (Sel): «A Mauro dico: intollerabile l'acquisto degli F35 mentre il Paese è in ginocchio»
“Battaglia durissima in Aula sulla legge di stabilità”. E’ sulla voce Difesa e Armamenti che Alessandro Zan, parlamentare di Sel, intende aprire in parlamento un’altra “spending review”. A Intelligonews ne anticipa i dettagli e avanza critiche all’indirizzo del ministro della Difesa.
Onorevole Zan, perché vi siete focalizzati sulle spese militari? «Interverremo con decisione in Aula. In un momento di crisi economica in cui la gente sta male e dove è scomparsa la classe media – indicatore che segnala l’allargamento della forbice sociale – va fatta una legge di stabilità non prudente come ha dichiarato il premier Enrico Letta, bensì una manovra-choc dove si raccolgono risorse soprattutto dalle spese militari e da una patrimoniale sulle rendite finanziarie, come accade in tutto il mondo». Come e dove distribuirebbe le nuove risorse? «Primo: dare più soldi ai lavoratori in busta paga e sgravi fiscali alle imprese a patto che assumano a tempo indeterminato. Secondo: immettere risorse per migliaia di piccoli cantieri finalizzandole alla messa in sicurezza del territorio, delle scuole, per l’efficienza energetica degli edifici: piccole opere ma utili alla collettività. Basterebbe un decimo delle risorse che lo Stato destina alla ricostruzione dopo un’alluvione o un terremoto per fare una buona prevenzione. Sono stupito del fatto che Letta il quale appare agli italiani come un uomo di buon senso, per non scontentare il Pdl si copra gli occhi come nel gioco delle tre scimmiette, su questioni come queste: sulle armi preferisce tacere perché sa che è un tema scottante …». In che senso “scottante”? «Gli F35 sono aerei costosi che, oltretutto, hanno problemi tecnici, di stabilità e non servono sul piano della difesa militare, per cui non si capisce come ci si ostini ad acquistare mezzi di guerra che non hanno utilità e costano miliardi di euro. Quante cose si potrebbero fare con quei soldi… E’ meglio rinunciare agli F35 o tagliare la sanità, non investire in occupazione, scuola, ricerca, innovazione? Purtroppo, ci sono lobby rappresentate dal ministro Mauro che sugli F35 ha posto un veto al governo». Come fa a sostenerlo? Su quale base? «In uno degli ultimi decreti del governo è stata approvata una norma che prevede che il ministro della Difesa gestisca l’acquisto degli armamenti senza passare dalle agenzie intermedie preposte alle scopo. Questo a dimostrazione di come vi siano interrogativi sull’operato del ministro della Difesa». A dicembre in Aula arriva il rifinanziamento delle missioni militari all’estero. Voi siete all’opposizione ma contate sui voti del M5S e magari di qualche dem a sinistra del Pd? «Cercheremo di mettere in evidenza le contraddizioni all’interno del Pd confidando sulla disponibilità di una parte dei democratici a mettere in discussione la politica suicida dell’Italia a livello internazionale e sul fronte della difesa. Anziché puntare all’integrazione sui sistemi di difesa con gli altri Stati europei, il governo acquista arei inutili. E’ uno spreco di soldi, un insulto al paese che sta male, una politica irresponsabile e militarista».
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...