Weekend 24-25 gennaio, gite e sagre fuori porta nel Lazio

23 gennaio 2015 ore 18:00, Micaela Del Monte
Come ogni weekend ecco gli eventi più significativi che si svolgeranno a Roma e nel Lazio. Mostre, sagre ed eventi per passare un fine settimana alternativo e magari all'aria aperta. Sabato 24 e Domenica 25 gennaio Casaprota (RI) si terrà la 53° Sagra della bruschetta Casaprota Al centro della festa ci sarà, come di consueto, "l'oro verde" della Sabina esaltato dal pane artigianale "passato" alla brace per sottolinearne al meglio il gusto: e così le bruschette saranno servite in piazza insieme alle salsicce e accompagneranno la cena di sabato e il pranzo domenicale. Per tutti e due i giorni della sagra si potranno visitare la mostra di sculture di artisti locali, il frantoio della Cooperativa olivicola, l'antica "Mola Alfio Marri" settecentesca e i laboratori del gusto, mentre la Mostra Mercato del Prodotto Tipico, giunta all'undicesima edizione, proporrà una ricca esposizione di prodotti tipici e artigianali della Provincia di Rieti e di quelle limitrofe. 10605

Domenica 25 si terrà la consueta visita guidata dei Musei Vaticani: “Pinacoteca, Stanze di Raffaello e Cappella Sistina".

La visita consiste in un percorso che comprende nella parte conclusiva le famose Stanze di Raffaello e la Cappella Sistina, visitate ogni anno da milioni di turisti che giungono a Roma appositamente per vederle, tuttavia, pochi visitano la Pinacoteca dove sono raccolte opere di Giotto, Beato Angelico, Melozzo da Forlì, Perugino, Leonardo, Raffaello, Tiziano, Caravaggio e altri capisaldi della pittura italiana. Da ricordare che l'ultima domenica del mese l’accesso ai Musei Vaticani è gratuito sia per visitatori singoli che gruppi, e che non c’è modo di evitare eventuali file. L’eventuale tempo speso in fila verrà utilizzato per introdurre la visita ed iniziare le spiegazioni.

musei-vaticani

Sempre domenica 25 sarà possibile partecipare alla Sagra della Polenta con salsicce di Villa S. Stefano (provincia di Frosinone) che quest’anno giunge alla 40esima edizione di questo evento dedicato ad un piatto “povero” che nel passato è stato sostentamento fondamentale della popolazione locale. Inoltre chi volesse dedicare un po’ di tempo alla scoperta della cittadina dell’entroterra ciociaro può visitare la Chiesa Santa Maria Assunta in Cielo (Chiesa Parrocchiale a tre navate in stile barocco romano del 700), la Chiesa della Madonna dello Spirito Santo (del 1721), il massiccio torrione circolante del XIII secolo detto Torre di Re Metabo e il monumento ai caduti con lo  splendido panorama che si affaccia sulla Valle dell’Amaseno.

caricamento in corso...
caricamento in corso...