Legge elettorale: il ‘Porcellinum’ riapre lo scontro Pdl-Pdl ma la Cassazione allunga la vita al governo Letta

23 maggio 2013 ore 13:00, intelligo
Legge elettorale: il ‘Porcellinum’ riapre lo scontro Pdl-Pdl ma la Cassazione allunga la vita al governo Letta
Virus in action. Vertice Pdl: road map per le riforme. Nella riunione dello stato maggiore berlusconiano si sancisce la definitiva archiviazione della Convenzione per le riforme. Il 'Porcellinum' riapre lo scontro Pdl-Pd sulla legge elettorale, ma la decisione della Cassazione sul Porcellum allunga la vita al governo Letta.
L’ipotesi di lavoro per le riforme costituzionali di cui i pidiellini stanno discutendo col Pd prevede la possibilità di un iter straordinario con le Commissioni affari costituzionali di Camera e Senato riunite, sedute congiunte del Parlamento e referendum confermativo. Ma oltre la road map e al di là degli intenti declinati dagli esponenti di Pdl e Pd dopo il vertice di maggioranza con Letta, sulla legge elettorale i due partiti delle larghe intese sponsorizzano proposte antitetiche. Il Pd insiste sul ritorno al Mattarellum, mentre il Pdl non vuole sentire parlare di ritorno alle preferenze e soprattutto, ai collegi uninominali. Va detto che la pronuncia della Cassazione sull’incostituzionalità del premio di maggioranza fissato dal Porcellum, apre di fatto una finestra temporale che dà respiro al governo Letta. In attesa che si pronunci la Consulta, infatti, i partiti devono trovare la quadra. Ma in questo caso il tempo gioca a favore del premier perché ormai è certo che a ottobre non si andrà alle urne. E Palazzo Chigi supererà (a meno di tsunami imprevisti) la fase balneare.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...