Squinzi: pesa meno un punto di Iva che i 7 gol presi dal Sassuolo?

23 settembre 2013 ore 14:21, intelligo

Squinzi: pesa meno un punto di Iva che i 7 gol presi dal Sassuolo?

di Andrea De Angelis

L'aumento dell'Iva è da scongiurare, su questo c'è l'intesa anche nel governo. Il problema è il come. C'è chi vorrebbe che ciò avvenisse andando a tagliare finalmente con coraggio la spesa pubblica (vedi http://www.intelligonews.it/ravetto-pdl-non-condivido-che-centra-limu-con-liva-nessuna-tassa-sulla-prima-casa/), e chi individua nella reintroduzione dell'Imu per i più ricchi, ovvero circa un decimo della popolazione, la soluzione più equa (vedi http://www.intelligonews.it/librandi-sc-torni-limu-sopra-i-55-000e-per-salvare-famiglie-e-imprese-dallaumento-delliva/). Aumentare di un solo punto l'Iva equivarrebbe infatti non solo a colpire nuovamente le famiglie italiane, ma soprattutto ad accrescere il dato della disoccupazione che già si presenta ai massimi storici. Le aziende, infatti, sarebbero drammaticamente obbligate a scegliere, come sottolineato appena pochi giorni fa da Assopetroli, tra il pagamento delle tasse o il mantenimento dei livelli occupazionali. Risultano così sorprendenti le dichiarazioni di Giorgio Squinzi, Presidente di Confindustria, che nel sottolineare la massima stima per il ministro dell'Economia Saccomanni, ha comunque giudicato lo stop all'aumento dell'Iva una "non priorità". Lo stesso Squinzi, che è anche Presidente del Sassuolo, poche ore prima ha invece dichiarato "inaccettabile" la sconfitta della sua squadra contro l'Inter (0-7) maturata davanti ai propri tifosi. Del resto, in un'intervista dello scorso maggio, aveva manifestato il suo desiderio calcistico più grande: "Sogno di battere l'Inter, magari a San Siro". Chissà cosa penseranno le famiglie e le imprese: è più un incubo l'Iva al 22% o una squadra di calcio ancora ferma a zero punti in classifica?
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...