In Emilia-Romagna i politici si fanno rimborsare tutto. Anche il wc

24 ottobre 2013 ore 10:50, intelligo
In Emilia-Romagna i politici si fanno rimborsare tutto. Anche il wc
di Andrea De Angelis L'indagine iniziata nel 2012 riguarda tutti i partiti. Ad essere analizzate sono le spese dei consiglieri regionali dell'Emilia-Romagna. Questo l'elenco degli indagati che, come detto, non lascia fuori nessun responsabile dei diversi gruppi consiliari: Pdl (Luigi Giuseppe Villani), Pd (Marco Monari), Lega Nord (Mauro Manfredini), Idv (Liana Barbati), M5S (Andrea Defranceschi), Udc (Silvia Noé), Gruppo Misto (Matteo Riva), Fds (Roberto Sconciaforni) e Sel-Verdi (Gianguido Naldi). Veniamo dunque alle spese. Dalle caramelle alle bottiglie di vino, dagli asciugacapelli (c'è chi si difende dicendo di non averne?) ai divani, e poi numerose penne, alcune anche dal valore di centinaia di euro. Non possono mancare salumi, frutta e verdura nella lista, e c'è anche chi ha inserito tortellini (difesa del territorio?) e fiorentina (rispetto dei vicini?).
In Emilia-Romagna i politici si fanno rimborsare tutto. Anche il wc
La voce che però desta più clamore riguarda i bagni pubblici. Sono numerosi infatti gli scontrini inseriti nella lista dei rimborsi che certificano il bisogno del consigliere di turno di recarsi presso un servizio sì pubblico, ma a pagamento. Il costo? Mezzo euro. 50 centesimi che proprio non potevano essere eliminati dalla lista. Proprio no.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...