Guerriglia-4, Civati (PD): «Sul Governo Renzi è equivoco e Cuperlo allineato. Al centro fanno la nuova DC con i voti degli altri...»

25 ottobre 2013 ore 13:46, intelligo
Guerriglia-4, Civati (PD): «Sul Governo Renzi è equivoco e Cuperlo allineato. Al centro fanno la nuova DC con i voti degli altri...»
di Andrea De Angelis «La reazione alla vicenda della compravendita dei senatori è al di sotto della soglia di Paese civile. Dovrebbe essere uno scandalo universale! Da parte nostra verso questo personaggio può esserci solo una condanna politica durissima». Così Pippo Civati su IntelligoNews commenta l'ultimo processo del Cavaliere. Per il democratico fa male Fioroni a confondere il rispetto agli elettori del Pdl con la condanna a Berlusconi: «Io sono il primo a rispettarli, ma dicendo loro di cercare un nuovo leader della destra italiana». Quindi Civati parla di Renzi e Cuperlo: «Li stimo, ma sul Governo il mio giudizio è netto, mentre Renzi è equivoco e Cuperlo allineato». Su Scelta Civica è lapidario: «Stanno costruendo la nuova DC con i voti degli altri...». Al Teatro Vittoria è iniziata la sua campagna per la Segreteria del Pd. Che sensazioni prova? «Sono molto entusiasta di quello che stiamo facendo contro tutti i pronostici e contro tutte le convenienze. Una sfida coraggiosa e nitida, che mira a ricostruire un percorso politico, culturale ed anche morale visto quello che sta succedendo nel Paese. Non vogliamo essere presuntuosi, ma non accettiamo più di abbassare quell'asticella che invece vediamo continuamente abbassarsi».
Guerriglia-4, Civati (PD): «Sul Governo Renzi è equivoco e Cuperlo allineato. Al centro fanno la nuova DC con i voti degli altri...»
Guerriglia-4, Civati (PD): «Sul Governo Renzi è equivoco e Cuperlo allineato. Al centro fanno la nuova DC con i voti degli altri...»
Si riferisce a qualcosa in particolare?
«La reazione alla vicenda della compravendita dei senatori, ad esempio, è al di sotto della soglia di Paese civile. Dovrebbe essere uno scandalo universale, e invece c'è chi come Fioroni dice che non bisogna prendersela con gli elettori del Pdl. Non c'entra niente, gli elettori del Pdl voteranno qualcos'altro! A loro, che hanno tutto il mio rispetto, dico che la prossima volta si attrezzeranno per cercare un nuovo leader della destra italiana». Il Pd deve dunque prendere una posizione chiara? «Una persona così, con cui noi siamo alleati e con la quale ci siamo impegnati a cambiare la Costituzione ed a governare per almeno due anni è una persona che dalla nostra parte dovrebbe ricevere, sul piano politico, una durissima condanna».
Guerriglia-4, Civati (PD): «Sul Governo Renzi è equivoco e Cuperlo allineato. Al centro fanno la nuova DC con i voti degli altri...»
Come vede invece gli attacchi a Napolitano, in particolare da parte del Movimento 5 Stelle?
«Tutti quanti siamo chiamati a svolgere il nostro ruolo usando toni più misurati. A me non piacciono, pur avendo cercando su alcune questioni di interloquire con loro, i toni usati dal Movimento 5 Stelle, anche perché pericolosi da gestire al loro interno. Poi è chiaro che il protagonismo di Napolitano in questa fase è sicuramente un fatto eccezionale. C'è da capire però se lo schema nel quale il Pd si è riconosciuto funziona: il fatto che adesso si dica che la legge elettorale si deve approvare entro il 3 dicembre, quando a giugno ci fecero votare il contrario spiegandoci che bisognava farlo alla fine delle riforme costituzionali, è un po' sorprendente». Quale punto la accomuna di più a Cuperlo e a Renzi? «Credo e spero la stima reciproca, perchè mi pare che le opzioni in campo siano molto buone per un Pd del quale spesso si parla male perché non ha fatto crescere le persone. Alla fine le persone sono cresciute anche da sole al netto delle correnti».
Guerriglia-4, Civati (PD): «Sul Governo Renzi è equivoco e Cuperlo allineato. Al centro fanno la nuova DC con i voti degli altri...»
Anche l'età media dei candidati alla Segreteria è bassa: 42 anni.
«Sì, ma questo non è il punto fondamentale, ciò che conta è la possibilità di poter cambiare profondamente il gruppo dirigente». Cos'è che invece la differenzia dagli altri candidati? «Innanzitutto io ho un giudizio molto netto sul Governo, mentre Renzi è molto equivoco e Cuperlo molto allineato. Dal punto di vista della riflessione e dell'autocritica credo che il mio sforzo sia più importante del loro. Pensiamo ai 101: non ne parla più nessuno. Io non ne ho, gli altri non so se possono dire la stessa cosa...». Dai 101 del Pd agli 11 di Scelta Civica: come vede ciò che sta accadendo nel partito di Monti? «Vedo che queste larghe intese in realtà sono basate su minoranze all'interno dei nostri alleati: sono loro a condizionare la vicenda politica. Possono certamente creare un nuovo soggetto politico, ma attenzione: stanno costituendo la nuova DC con i voti degli altri...».
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...