Abbate: "I dissidenti Pd aspettano un loro Renzi. Primedonne? Orfini allora è la Koscina"

26 novembre 2014 ore 13:38, Adriano Scianca
Abbate: 'I dissidenti Pd aspettano un loro Renzi. Primedonne? Orfini allora è la Koscina'
I dissidenti del Pd? “Un'armata Brancaleone in attesa di un suo Renzi”. Orfini? “Allineato, come Sylva Koscina nel film La battaglia della Neretva”. Lo scrittore Fulvio Abbate inquadra nel consueto modo immaginifico il conflitto in atto nel Pd e, intervistato da IntelligoNews, spiega: “Il Pd cambierà e si trasformerà in...”. Abbate, il Pd non è mai stato così diviso. Cosa sta accadendo? «È molto semplice: alcuni si sono illusi di poter coabitare in casa Renzi, quando lui ha in mente di instaurare una autocrazia nel partito. Il Partito democratico dovrà pian piano diventare un'altra cosa, che si chiami “partito della nazione” o “questa è casa mia e qui comando io”, come diceva una vecchia canzone». Cosa pensa della lite fra Orfini e Cuperlo? «Orfini è una creatura di D'Alema, ora si è totalmente allineato e mi sembra voglia fare solo del fuoco di copertura renziano, un po' come Sylva Koscina partigiana con il mitra nel film La battaglia della Neretva. Peraltro l'accusa mi sembra abbastanza blanda, non gli ha mica detto “pidocchi”, come avrebbe fatto Togliatti. Gli altri hanno semplicemente capito che non c'è agibilità politica». Quindi si arriverà a una scissione? «In prospettiva non potrà non esserci una frattura: da una parte il grande centro renziano in cerca di voti nel centrodestra, dall'altra un soggetto di sinistra che tuttavia già mostra tutte le sue debolezze». Quali? «Beh, quel biondino, lì, come si chiama... ah, sì, Civati, non mi sembra abbia la tempra di Renzi. Vendola deve ancora chiedere scusa per la telefonata con l'uomo dei Riva. Cuperlo non mi sembra abbia mostrato chissà quale spessore politico. Landini credo aspiri a prendere il posto della Camusso. Nessuno di loro è un magnete i grado di attrarre consenso e nessuno di loro può prendere voti fuori dal partito e dalle logiche correntizie. Insomma, sono funzionari di partito che cercano di galleggiare, un'armata Brancaleone che, come gli ebrei aspettano il Messia, attende un suo Renzi». E dell'uomo del momento, Matteo Salvini, cosa dice? «Ma Salvini non potrà mai governare mettendo il triangolo verde, anziché la stella gialla, sul vestito degli extracomunitari...». Non credo sia questa l'intenzione di Salvini, lui vuole solo dar vita a un movimento nazional-populista come ce ne sono tanti in Europa... «Ma non potrà mai essere maggioritario, dovrà scendere a compromessi in una coalizione centrista e alla fine, quando avrà a che fare con i flussi immigratori, anche lui si accorgerà che gli immigrati sono una risorsa».
caricamento in corso...
caricamento in corso...